Tempo di bilanci: trend positivo per le ONG +10%

Si avvicina il tempo dei bilanci per le associazioni, le Onlus e, in genere, tutti gli organismi non profit con il periodo d’imposta coincidente con l’anno solare e per i quali lo statuto prevede l’approvazione del bilancio entro quattro mesi dalla chiusura dell’esercizio. I mesi di marzo e aprile sono quindi quelli dedicati all’elaborazione del bilancio dell’esercizio precedente che viene di solito approvato dall’assemblea annuale dei soci. Si tratta quindi dei bilanci relativi all’anno 2016. In attesa di raccogliere questi nuovi dati sul portale Open Cooperazione condividiamo un’analisi sull’andamento dei dati di bilancio degli ultimi due anni disponibili (2014-2015) che segna un aumento superiore al 10% dei bilanci delle entrate di un campione significativo di ONG Italiane.… Leggi altro

Strumenti finanziari EU 2014-2020, aperta la consultazione per la valutazione di medio termine

La Commissione Europea ha avviato una consultazione pubblica sugli strumenti finanziari esterni dell’Unione europea. Il 2017, in quanto anno centrale del settennato 2014-2020, sarà l’anno del bilancio di medio termine, un esercizio di valutazione intermedia che consente eventuali aggiustamenti della programmazione pluriennale europea. Tra gli strumenti di particolare interesse per le ONG spiccano i programmi DCI, EDF, EIDHR, ENI e IPA. Il termine per rispondere alla consultazione è fissato per il 3 maggio 2017.Leggi altro

Addio Otto per Mille, per i prossimi 10 anni tutto ai beni culturali danneggiati dal terremoto

In sintesi: la quota statale dell’otto per mille dell’Irpef da quest’anno fino al 2026 sarà destinata esclusivamente al recupero dei beni culturali colpiti dal sisma nel centro Italia. Si tratta di 150/200 milioni l’anno, circa due miliardi in dieci anni, che fino ad oggi erano destinati a quattro categorie di interventi: fame nel mondo, calamità naturali, assistenza ai rifugiati e conservazione di beni culturali. Solo due anni fa si era aggiunta una nuova categoria, quella della riqualificazione edilizia delle scuole. Venerdì scorso a tarda notte la Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici della Camera ha completato l’esame del decreto terremoto nell’ambito del quale è stato approvato l’emendamento Realacci sull’8×1000, una proposta che sin dall’inizio aveva incontrato il parere favorevole anche del Ministro Franceschini.… Leggi altro

Theory of Change: perché tutti ne parlano?

Nel mondo della cooperazione allo sviluppo ci si interroga spesso sull’efficacia dei progetti, sulla capacità della nostra azione di contrastare le cause profonde, complesse e multilivello della povertà, dell’ingiustizia e delle disuguaglianze. Che il nostro sguardo sia di breve, medio o lungo termine, quantitativo o qualitativo, la questione centrale è come generare cambiamento duraturo e misurabile. Su che basi? Con quali indicatori? Ma soprattutto: per raggiungere quali obiettivi di cambiamento? È proprio per rispondere a queste domande che, già a partire dagli anni ’90, in ambito anglosassone si è sviluppato quell’approccio metodologico che si chiama Theory of Change (ToC), Teoria del Cambiamento.… Leggi altro

Trasparenza dell’aiuto: IATI presenta il rapporto 2016

Ha preso il via alcuni giorni fa a Dar es Salaam l’edizione 2017 del Technical Advisory Group meeting (TAG) dello IATI, l’iniziativa internazionale che promuove la trasparenza degli aiuti attraverso l’uso degli Open Data. TAG2017 è un’importante occasione di scambio e sviluppo della piattaforma IATI che conta ormai l’adesione di oltre 500 istituzioni al mondo. Al meeting in corso è stato presentato anche il Rapporto Annuale 2016 pubblicato la settimana scorsa da IATI. A livello internazionale, la spesa per lo sviluppo del 2016 ammonta a più di 146 miliardi dollari. Dallo studio si evince che negli ultimi anni sono stati fatti importanti progressi in termini di aumento, miglioramento della qualità e dell’utilizzo dei dati prodotti dai donor internazionali. L’idea di base di IATI è che la disponibilità di dati affidabili sull’aiuto possa essere un’elemento decisivo per aumentare l’efficacia e l’efficienza dei progetti realizzati.… Leggi altro

Fondi europei per la scuola: al via il bando sulle competenze di cittadinanza globale

Il MIUR ha pubblicato ieri il bando sulle “competenze di cittadinanza globale” che si inserisce nel quadro di azioni finalizzate all’innalzamento delle competenze trasversali di cittadinanza globale, di cui all’Obiettivo Specifico 10.2 del Programma Operativo Nazionale “Per la Scuola – competenza e ambienti per l’apprendimento” per il periodo di programmazione 2014-2020. Si tratta dei finanziamenti europei provenienti dal Fondo Sociale Europeo e implementati a livello nazionale attraverso il PON (Programma Operativo Nazionale). Le azioni sono finalizzate allo sviluppo delle competenze trasversali, sociali e civiche, che rientrano nel più ampio concetto di promozione della cittadinanza globale, al fine di formare cittadini consapevoli e responsabili in una società moderna, connessa e interdipendente. Le scuole potranno presentare progettualità anche in partenariato con ONG e altri enti non profit entro il 22 maggio 2017.… Leggi altro

Due nuove iniziative dell’AICS in Africa Australe

L’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo ha recentemente aperto i termini per la presentazione di proposte progettuali su due nuove iniziative di emergenza da attuarsi in Mozambico, Malawi e Zimbabwe. Il budget complessivo supera di poco i 3,5 milioni di euro per progetti che possono essere presentati da una o più organizzazioni in consorzio. Entrambe le iniziative saranno gestite dalla sede AICS di Maputo. Scadenza per la presentazione delle proposte 17 aprile e 4 maggio 2017Leggi altro

Aziende cercasi. In arrivo il primo bando AICS per il settore privato profit

Lo scorso 20 febbraio il Comitato Congiunto ha approvato una delibera riguardante la prima iniziativa dell’Agenzia a favore del settore privato profit nella cooperazione allo sviluppo. Si tratta di un bando con dotazione di 5 milioni di euro per supportare idee innovative per lo sviluppo: imprese sociali e business inclusivo a servizio della cooperazione. Il bando, in uscita nei prossimi mesi, è destinato al settore privato italiano sociale e for profit e prevede il co-finanziamento di azioni di cooperazione da svolgere nei paesi partner. Secondo quanto precedentemente indicato dai funzionari dell’AICS l’iniziativa conterrebbe tre tipologie di progettualità finanziabili: i cosidetti seed capital (primi fondi cui un imprenditore accede per lanciare una nuova attività ), le start up (una nuova impresa nelle forme di organizzazione temporanea o una società di capitali in cerca di un business model ripetibile e scalabile) e lo scaling up (sviluppo su scala più ampia di attività imprenditoriali già sperimentate con successo).… Leggi altro

Cooperazione nel Mediterraneo, slitta ancora il nuovo bando

Il programma di cooperazione transfrontaliera nel Bacino del Mediterraneo facente parte dello Strumento europeo di vicinato (ENI CBC Med) ha comunicato un ulteriore slittamento dell’uscita del nuovo bando che sarebbe dovuto uscire già a fine 2016. Il programma, gestito dalla Regione Sardegna, ha come obiettivo generale la promozione di un processo di cooperazione armoniosa e sostenibile nel Bacino del Mediterraneo, affrontando le sfide comuni e valorizzando le potenzialità dell’area. Il bando in questione dovrebbe finanziare progetti standard per un totale di 84,6 milioni di euro. I progetti standard hanno carattere dimostrativo e prevedono azioni pilota nel campo specifico di riferimento, garantendo inoltre la creazione di reti con i principali stakeholders.… Leggi altro

Donne ed energia sostenibile, a fine aprile la scadenza del bando UE

Nel quadro del programma GPGC (Beni pubblici e sfide globali) la Commissione europea ha pubblicato il bando “Women and sustainable energy” per azioni volte a promuovere l’imprenditoria e l’empowerment economico femminile nel settore dell’energia sostenibile. Il bando vuole anche contribuire alla parità di genere, all’eliminazione della povertà e alla creazione di occupazione sfruttando il potenziale dell’energia sostenibile. Le azioni devono realizzarsi in diversi paesi partner dell’Africa subsahariana (obbligatoriamente) ed eventualmente in altre regioni del mondo (Nord Africa, Asia, Caraibi, Pacifico, Centro o Sud America). Il contributo UE sarà compreso tra 4 e 8 milioni di euro per progetto. Scadenza per la presentazione di concept note 25 aprile 2017Leggi altro

UPP – Project Manager and Head of Office – Iraq

La ONG Un ponte per (UPP) sta selezionando un/a Project Manager and Head of Office per la sua operatività in Iraq. Scadenza per l’invio delle candidature 10 aprile 2017Leggi altro

Oikos – Responsabile Risorse Umane e Sviluppo Organizzativo – Milano

Istituto Oikos sta selezionando un/a Responsabile Risorse Umane e Sviluppo Organizzativo per la sua sede centrale a Milano. Scadenza per le candidature 30 aprile 2017Leggi altro

GVC – Consulente – Thailandia/Cambogia

La ONG Gvc cerca un/a International Research Expert on Human Trafficking and Labor Exploitation per le sue ricerche in Thailandia/Cambogia. Candidature entro il 17 aprile 2017Leggi altro

CEFA – Due nuove posizioni

La ONG CEFA sta selezionando un/a Responsabile Paese e un/a Capo Progetto da inserire nella sua operatività in Tanzania e Kenya. Contratto 12 mesi (rinnovabili). Data inizio servizio prevista per maggio e giugno 2017… Leggi altro

AVSI – Due nuove posizioni

La ONG Avsi sta selezionando un/a Head of Base e un/a Agriculture Consultant da inserire nella sua operatività in Mozambico e Uganda. Scadenza per le candidature 10 aprile e 29 marzo 2017Leggi altro

LVIA – Coordinatore e Amministratore – Burkina Faso

La ONG LVIA sta selezionando un/a Coordinatore Progetto e un/a Amministratore di progetto per la sua operatività in Burkina Faso. Candidature entro il 2 aprile 2017Leggi altro

Come diventare Esperto Nazionale Distaccato all’Unione Europea

All’interno delle istituzioni dell’Unione Europea esiste la figura dell’Esperto Nazionale Distaccato (END), che consente a funzionari delle amministrazioni e delle associazioni senza scopo di lucro degli Stati membri, con esperienze e conoscenze professionali in materia di politiche europee, di realizzare un’esperienza lavorativa presso i servizi della Commissione, permettendo allo stesso tempo a quest’ultima di beneficiare di conoscenze ed esperienze professionali di alto livello. L’END è un funzionario esperto nel proprio settore professionale, in servizio retribuito presso un’amministrazione pubblica centrale, regionale o locale del proprio Paese, oppure presso un organismo internazionale o un’associazione senza scopo di lucro. … Leggi altro

Traduci il blog

Archivi