Europa-Africa, fermare le migrazioni o combatterne le cause?

La settimana scorsa a Roma è stato presentato il rapporto “Partenariato o condizionalità dell’aiuto?” che analizza l’attuazione del Fondo Europeo di Emergenza per l’Africa e la destinazione dei fondi per arginare i flussi migratori. Lanciato nel Novembre 2015 a La Valletta e presentato come uno strumento innovativo che permette una risposta più flessibile alle sfide poste dalla migrazione irregolare, il Fondo Fiduciario d’Emergenza dell’Unione Europea (EU Emergency Trust Fund – EUTF) è il principale strumento finanziario dell’UE per operare con i partner africani nel campo delle migrazioni. L’EUTF è quasi esclusivamente finanziato (90%) con l’Aiuto Pubblico allo Sviluppo, soprattutto tramite l’uso del Fondo Europeo di Sviluppo (EDF), pertanto la sua implementazione è sottoposta ai principi chiave dell’efficacia dello sviluppo. Nei primi due anni di operatività il Fondo è stato più volte al centro di polemiche e critiche.… Leggi altro

Crescono le big italiane della cooperazione e dell’aiuto umanitario

A giudicare dai numeri delle 10 più grandi ONG del paese, sembra destinato a confermarsi il trend in crescita delle organizzazioni non governative italiane. I dati 2016 raccolti da Open Cooperazione, che verranno pubblicati a breve sul portale opendata delle ONG, rivelano una crescita dell’8,75% del totale dei bilanci delle entrate delle 10 big italiane della cooperazione e dell’aiuto umanitario rispetto all’anno 2015. Questo trend positivo confermerebbe il dato già registrato l’anno scorso da Open Cooperazione nel confronto tra i dati 2014 e 2015 che segnava un aumento superiore al 10% dei bilanci delle entrate su un campione di 85 organizzazioni Italiane.… Leggi altro

UNHCHR visita i centri di detenzione: “Disumana la cooperazione UE-Libia, orrori inimmaginabili”

“La comunità internazionale non può continuare a chiudere gli occhi e sostenere che la situazione non può essere risolta che migliorando le condizioni di detenzione”, dice l’Alto commissario delle Nazioni Unite ai diritti umani, Zeid Raad al Hussein. A seguito della missione degli osservatori internazionali nel paese l’Alto commissario ha denunciato il deterioramento delle condizioni di detenzione dei migranti in Libia, giudicando “disumana” la cooperazione dell’Unione Europea con questo Paese. C’è anche un monito diretto all’Italia accusata di ignorare la violazione dei diritti umani in Libia rincorrendo l’unico obiettivo di fermare le partenze dei migranti.… Leggi altro

Fusioni e alleanze non sono più un tabù per le ONG italiane?

Alcune settimane fa abbiamo pubblicato un approfondimento sul tema delle fusioni e delle alleanze nel settore non governativo italiano. Il post conteneva anche un questionario online proposto ai lettori con l’obiettivo di sondare l’opinione della community e analizzare quanto il mondo delle ONG sia pronto o aperto a valutare processi di questo tipo. L’interesse suscitato dall’articolo è stato confermato dalle cinquanta risposte del survey, la metà delle quali compilate da colleghi che ricoprono ruoli dirigenziali presso importanti organizzazioni del panorama italiano (direttori, presidenti o consiglieri). Il 42% dei rispondenti fa riferimento a organizzazioni medio-grandi con bilanci economici superiori ai 2 milioni di euro.… Leggi altro

Braccio di ferro tra istituzioni europee sul budget 2018 per aiuti e cooperazione

La scorsa settimana il Parlamento europeo ha sostenuto l’aumento dei fondi per gli aiuti umanitari e allo sviluppo nel bilancio dell’UE per il 2018 confermando la richiesta avanzata dalle ONG europee. I deputati hanno fissato il bilancio generale dell’UE per il 2018 a 162,6 miliardi di euro proponendo un aumento dell’1,2% rispetto alla proposta di bilancio della Commissione. La posizione dell’europarlamento sul budget UE 2018 è stata però già bocciata dal Consiglio dell’Unione che ha respinto gli emendamenti approvati dalla plenaria a larga maggioranza (414 voti a favore, 163 contrari e 90 astensioni). La prossima settimana si aprirà quindi la fase di conciliazione, che vedrà le due istituzioni impegnate, insieme alla Commissione europea, nella ricerca di un compromesso.… Leggi altro

Bando FAMI per sostenere campagne di sensibilizzazione e di informazione sui rischi della migrazione

Sarà pubblicato prima di Natale il bando FAMI per finanziare progetti di informazione e campagne di sensibilizzazione in materia di migrazione in Algeria, Gambia, Guinea Conakry, Costa d’Avorio, Niger, Mali, Marocco, Senegal o Tunisia, al fine di prevenire la migrazione irregolare e, in particolare, il traffico di migranti e la tratta di esseri umani, come definito nel programma di lavoro annuale FAMI per il 2017. L’obiettivo generale della call è di contribuire al cambiamento delle percezioni e dei comportamenti dei cittadini di paesi terzi che considerano la migrazione irregolare verso il UE e di coloro che influenzano le decisioni. Dotazione di budget 4,5 milioni. Scadenza per la presentazione delle proposte complete 5 aprile 2018Leggi altro

Un fondo per l’empowerment delle donne africane

Il Fondo per lo sviluppo delle donne africane (African Women’s Development Fund – AWDF) sostiene organizzazioni che lavorano per l’empowerment delle donne africane e il raggiungimento della parità di genere nel continente. Il Fondo sta attualmente invitando le organizzazioni che si occupano di diritti delle donne in Africa e in Medio Oriente a presentare proposte per il programma “Leading from the South”. Grant da 50.000 a 500.000 dollari per progetti biennali. Scadenza 15 gennaio 2018Leggi altro

Sette ONG partecipano al bando AICS per i centri di detenzione libici

Sono sette le organizzazioni non governative italiane che hanno partecipato al bando dell’Agenzia italiana per la cooperazione e lo sviluppo, andranno a operare in Libia con progetti finalizzati a migliorare le condizioni dei migranti nei centri di detenzione. Cesvi, Cir, Cefa, Gus, Ccs, Emergenza Sorrisi e Fondazione Albero della Vita hanno presentato quattro proposte progettuali alla scadenza dello scorso 29 novembre. Alcuni enti si sono consorziati nel presentare domanda: Cefa e Fondazione Albero della Vita hanno fatto la propria proposta assieme a Cir, Ccs assieme a una ong Svizzera, Gus con un’associazione libica, mentre Cesvi ed Emergenza sorrisi con proposte singole. Le proposte sono state tutte approvate lo scorso 7 dicembre.… Leggi altro

Un nuovo bando e una piattaforma telematica, al via il nuovo piano operativo per la cooperazione della Regione Emilia Romagna

Lunedì scorso la Regione Emilia Romagna ha incontrato gli attori della cooperazione internazionale del territorio regionale per presentare il Piano operativo della cooperazione allo sviluppo 2016-2018. In seguito all’approvazione, avvenuta l’anno scorso, con questo nuovo documento vengono dettagliati e approfonditi gli obiettivi specifici delle azioni che saranno finanziate, le tipologie di attività, i risultati attesi, il partenariato atteso, i contesti specifici di intervento. Il Piano è uno strumento nuovo, frutto del tentativo di rendere maggiormente coerenti le attività regionali, nazionali e europee in ambito di cooperazione allo sviluppo, in un’ottica di razionalizzazione delle opportunità e capitalizzazione dei risultati raggiunti con le programmazioni precedenti. Una volta che il Piano operativo sarà approvato dalla Giunta regionale, intorno al mese di marzo verrà pubblicato il bando annuale per l’assegnazione di circa 1 milione di euro di finanziamenti.… Leggi altro

Fondo FAMI, al via il bando 2017 per l’integrazione di cittadini di paesi terzi

Il Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI) ha pubblicato recentemente il bando 2017 per il sostegno a progetti nel campo dell’integrazione di cittadini di Paesi terzi. Il bando è rivolto a enti pubblici, enti nonprofit stabiliti in uno degli Stati membri dell’UE e organizzazioni internazionali. I progetti dovranno essere presentati da una partnership costituita da almeno tre organismi ammissibili stabiliti in almeno due diversi Stati dell’Unione. Co-finanziamento massimo 90% tra 450mila e 1 milione di euro. Scadenza 1 marzo 2018.Leggi altro

Cesvi – Quattro nuove posizioni

La ONG CESVI cerca quattro nuove figure da inserire nella sua operatività in Libia (Tunisia) e Perù. Scadenza invio candidature 8 gennaio 2018Leggi altro

ICEI – Amministrazione e Gestione – Mozambico

La ONG ICEI sta selezionando un/a Responsabile della gestione e amministrazione da inserire nella sua operatività in Mozambico. Scadenza invio candidature 7 gennaio 2018Leggi altro

TDH – Project Manager – Libano

La ONG Terre des Hommes Italia sta selezionando un/a Project Manager da inserire nella sua operatività in Libano. Scadenza candidature 8 gennaio 2018Leggi altro

MLFM – Agronomo – Zambia

Il Movimento Lotta Fame nel Mondo cerca un/a Agronomo per Learning farm a Luwingu in Zambia. Contratto di 12 mesi. Scadenza candidature 31 dicembre 2017Leggi altro

AVSI – Administrator – Sud Sudan

La ONG AVSI cerca un/a Administrator da inserire nella sua sede a Juba, Sud Sudan. Durata contratto un anno, rinnovabile. Termine per la presentazione delle candidature 22 dicembre 2017Leggi altro

ICU – Stage settore amministrazione – Roma

ICU – Istituto per la Cooperazione Universitaria – cerca un/a Stagista da inserire nel settore Amministrazione della sua sede di Roma.  Scadenza candidature 5 gennaio 2018Leggi altro

Cesvi – HR Development Coordinator – Bergamo

La ONG CESVI sta selezionando un/a HR Development Coordinator per la sua sede centrale a Bergamo. Tipo contratto: TD, con prospettive di inserimento. Scadenza candidature 15 dicembre 2017Leggi altro

Traduci il blog

Archivi