COOPI – Consulente assessment crisi siriana

COOPI ha aperto una selezione per un Consulente esperto che deve realizzare una missione di assessment e scrittura progetto sulla crisi siriana, Aiuti Umanitari in Libano e Giordania.

 

Contesto

La crisi siriana, iniziata con dimostrazioni pubbliche contro il governo di Bashar al Assad il 15 marzo 201,1 è sfociata poi in guerra civile in gran parte del paese. Le vittime stimate sono circa 94.000, gli sfollati interni superano i 4,25 milioni di persone, mentre le persone che necessitano di assistenza sono oltre 7 milioni. I rifugiati siriani nei paesi limitrofi superano 1,6 milioni, i nuovi arrivi si stimano intorno a 8.000 persone al giorno ed il trend fa supporre che entro la fine dell’anno potranno raggiungere la cifra di 3 milioni.

 

La maggiore concentrazione di rifugiati si registra tra Libano e Giordania. I bisogni sono i più vari, dagli shelter (adatti ad affrontare l’inverno), la sicurezza alimentare, Non Food items, protezione, WASH, salute. Tra i rifugiati molti non sono registrati, e si contano molti siriani di origine palestinese.

 

In un contesto in continuo mutamento, per l’arrivo costante di nuovi profughi, per l’instabilità crescente nei paesi limitrofi (vedi Turchia e Libano), per un’implicazione internazionale che potrebbe condizionare nei prossimi mesi il conflitto interno, COOPI vorrebbe avviare una missione di assessment in Libano e Giordania al fine di definire una risposta umanitaria, possibilmente multicountries.

 

RESPONSABILITA’

Il consulente, dopo aver raccolto tutte le informazioni reperibili via internet sulla crisi e sulla risposta umanitaria in atto, dovrà effettuare una missione nei due paesi, Libano e Giordania, e svolgere in ciascuno di essi le attività seguenti:

  • Incontrare OCHA o altre organizzazioni che coordinano gli aiuti
  • Incontrare il TA di ECHO ed altri potenziali donatori
  • Avviare/seguire le pratiche di registrazione dell’ONG nel paese
  • Visitare le aree interessate dall’assistenza umanitaria, in base ai bisogni emersi dagli incontri con i donatori e con le agenzie di coordinamento degli aiuti
  • Svolgere delle rilevazioni di dati attraverso sistemi vari (interviste, focus group, raccolta di documenti, inchieste…) per il/i settori di interesse
  • Verificare possibilità di partenariati con altre ONG internazionali
  • Abbozzare una prima ipotesi di concept note da discutere con l’Ufficio Emergenza
  • Sviluppare una proposta completa di progetto da sottoporre al donatore entro fine agosto

 

PROFILO DEI CANDIDATI

  • Profilo socio-economico con precedenti esperienze di lavoro in contesti di emergenza
  • Esperienza pregressa di missioni di assessment e di scrittura di progetti, meglio se ECHO
  • Pregressa conoscenza dell’organizzazione (auspicabile)
  • Buona conoscenza della lingua inglese, parlata e scritta e francese (opzionale)
  • Autonomia, pragmatismo e capacità organizzativa

 

Per inviare la propria candidatura utilizzare il seguente link

 

Torna alla sezione Lavoro -
Taggato con: ,
Pubblicato in Lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*