Cosa facciamo con le vostre donazioni

Info Cooperazione esiste ormai da quattro anni grazie al contributo di molte persone e all’interesse crescente di chi lo legge, anche ogni giorno, dall’Italia e da altri 180 paesi del mondo. In tantissimi contribuite segnalandoci novità, opportunità e criticità del mondo della cooperazione allo sviluppo, in pochi invece contribuite economicamente. Questo sostegno arriva per lo più da parte di organizzazioni del settore e ci consente di sostenere le spese per mantenere operativo il blog utilizzando per lo più piattaforme e strumenti semplici e gratuiti.

 

Negli ultimi 12 mesi abbiamo ricevuto donazioni per 2.147 euro. Di queste 2.000 euro arrivano da donazioni di organizzazioni e 147 euro da donazioni di individui.

 

Ecco di seguito come abbiamo utilizzato queste risorse:
Pagamento domini web: 90 €
Spese telefoniche e internet: 150 €
Spese di viaggio: 91 €
Totale: 331 €

 

I restanti 1.816 € sono stati destinati a co-finanziare lo start-up di Open Cooperazione, il nostro progetto sulla trasparenza e accountability nella cooperazione. Queste risorse sono state impiegate per pagare il web developer che sta sviluppando la piattaforma e una collaborazione occasionale per un supporto segretariale.

 

Nell’arco del 2017 sia Info Cooperazione che Open Cooperazione si evolveranno anche grazie alle idee e i feedback che ci inviate.
Per questo chiediamo alle organizzazioni di rinnovare il loro contributo al blog e anche agli utenti singoli di contribuire con piccole donazioni.

 

Scopri QUI come contribuire diventando “Sostenitore di Info Cooperazione”

 

Torna alla sezione - VISUALIZZA TUTTO -
Pubblicato in - VISUALIZZA TUTTO

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Rispondi al quesito: × 6 = venti quattro

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Scarica qui la nostra nuova guida sulla Teoria del Cambiamento