L’estate calda dei bandi AICS

Arriva l’estate ed entra nel vivo la stagione dei bandi dell’Agenzia italiana per la Cooperazione. A poche ore dalla scadenza del bando per iniziative di organizzazioni società civile è già tempo di proiettare l’attenzione su altri tre bandi che l’AICS sfornerà tra luglio e agosto. Il primo in realtà è già aperto e ha scadenza fissata per il 28 luglio, si tratta dell’Avviso pubblico per la concessione di contributi a iniziative presentate dagli Enti territoriali. Il secondo bando annunciato in uscita per la prima decade di luglio è quello dedicato all’Educazione alla Cittadinanza Globale con una dotazione di 5 milioni (la scadenza per la presentazione dei concept note potrebbe essere per inizio agosto!!). Dulcis in fundo l’atteso bando per il settore privato profit che dovrebbe uscire entro la fine di luglio, anch’esso con una dotazione di 5 milioni di euro.

 

Proprio quest’ultimo è oggetto di un mini tour informativo che l’AICS sta conducendo in giro per l’Italia. La settimana scorsa un incontro a Bologna e a breve uno a Bari.

E’ proprio in questa occasione che è stata annunciata per la fine di luglio 2017 l’emanazione del primo bando, relativo alla legge 125/2014, rivolto a tutte le imprese profit. La disponibilità complessiva di questo primo bando è di 5 milioni di euro, fondi assegnati dal Ministero degli Esteri e della Cooperazione all’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo. Queste risorse sono messe a disposizione delle aziende intenzionate ad avviare progetti imprenditoriali nei Paesi in via di sviluppo, e saranno erogate sotto forma di co-finanziamento per un importo massimo di 200.000 euro per ogni progetto (massimo cofinanziamento AICS 50%). Il bando dovrebbe scadere per fine settembre e prevede un’unica fase con presentazione di una proposta completa.

 

Le idee imprenditoriali da implementare nei Paesi in via di sviluppo dovranno concentrarsi su settori prioritari come agricoltura, sicurezza alimentare, educazione, formazione, cultura, sanità, diritti, equità. Si parla di iniziative sia di scaling up per imprese già presenti nei paesi di intervento, così come iniziative di start-up. Sarà accordata una premialità a quei progetti che presentino partenariati con il settore non-profit, le diaspore e altri partner locali.

 

Le imprese per partecipare dovranno aderire al Global Compact delle Nazioni Unite, non essere iscritti al registro aziende produttrici di armamenti e garantire il rispetto linee guida OCSE DAC e una dimostrabile solidità finanziaria oltre che avere la possibilità di apportare il cofinanziamento al progetto.

 

Torna alla sezione 07/2017, Agenzia Cooperazione (AICS), Bandi -
Taggato con: , ,
Pubblicato in 07/2017, Agenzia Cooperazione (AICS), Bandi
4 commenti su “L’estate calda dei bandi AICS
  1. Alessio Beltrami scrive:

    Un ottimo periodo per coinvolgere aziende, scuole, università ed enti locali!

  2. Buongiorno,
    per caso sapete se ci sono dei materiali già disponibili sul bando per il settore privato profit, tipo slides usate negli incontri di Bologna?
    Grazie

  3. Sara C. scrive:

    Buongiorno,

    ora che il termine per la consegna delle Concept Note è scaduto (BANDO OSC 2017), è possibile fare qualche previsione realistica sulla data in cui saranno resi noti gli esiti della valutazione?

    Se non sbaglio, nel documento “procedure per la concessione di contributi” si dice che, a partire dal termine stabilito per la presentazione delle CN, l’AICS ha 45 gg per esprimere le conclusioni in merito all’ammissibilità alla fase successiva delle iniziative presentate.
    Se così fosse, ma se sbaglio vi chiedo cortesemente di correggermi, i 45 gg scadono il 12 o 13 agosto.

    Vi sembrano tempistiche attendibili?

    Grazie e buon lavoro a tutti!
    Sara

  4. M. scrive:

    Cara Sara così pare anche se AICS ha fatto filtrare la notizia che i risultati potrebbero addirittura uscire a inizio agosto. Ora io mi chiedo: a qualcuno è venuto in mente che dal 1 agosto in poi è praticamente impossibile trovare funzionari pubblici attivi e che i pochi che ci sono non sono in grado di fornire la documentazione richiesta per le partnership??? Molti progetti hanno come partner università italiane, enti territoriali etc.. la cui partecipazione è fortemente caldeggiata anche in griglia di valutazione. Penso che tutti ci auguriamo che i risultati escano dopo ferragosto visto che avendo 50 giorni a disposizione magari dal 10 settembre in poi possiamo sperare di riuscire a produrre qualcosa in termini di documentazione amministrativa. Se invece si vorrà complicare la vita a quei poveri progettisti che le vacanze quest’anno se le sognano allora facciamo uscire i risultati a inizio agosto così su questo sito ci scambieremo le lamentazioni di chi si vuole impiccare per la frustrazione. Cari funzionari AICS che dite una giusta la possiamo pensare?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Rispondi al quesito: nove − 9 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

SONDAGGIO

Cosa pensi della proposta governativa fatta alle ONG di intervenire nei centri di detenzione in Libia?

  • Dovrebbero rifiutarsi categoricamente e non farsi strumentalizzare (72%, 278 Votes)
  • Dovrebbero accettare perchè questa è parte integrante della loro mission (28%, 110 Votes)

Total Voters: 388

Loading ... Loading ...
Scarica qui la nostra nuova guida sulla Teoria del Cambiamento