Partnership for SDGs: una piattaforma online per promuovere l’impegno multi-stakeholder

La piattaforma online di “Partnership for SDGs” ha l’obiettivo di unire le forze di tutti gli attori attivi e mobilitati nel raggiungimento dei 17 goals dell’Agenda 2030. Ad oggi sono già 3620 le iniziative e gli impegni di partnership avviate in vista del 2030 e il numero è destinato a crescere sempre più. La prima versione (in beta) di questa piattaforma era stata lanciata in occasione del vertice delle Nazioni Unite sullo sviluppo sostenibile (United Nations Sustainable Development Summit) per l’adozione dell’Agenda post-2015, in risposta ad un mandato stabilito dalla Conferenza Rio+20. Oggi il database è stato sviluppato ed è gestito dalla Divisione per lo Sviluppo Sostenibile del Dipartimento per gli Affari Economici e Sociali delle Nazioni Unite (DSD/DESA).

 

Si tratta di uno strumento per informare tutte le parti interessate rispetto alle iniziative realizzate da partenariati multilaterali a sostegno degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) e per connettere l’avanzamento di queste ai meccanismi di follow-up dell’Agenda (in particolare durante l’HLPF (High Level Political Forum).

 

Da marzo 2016 è disponibile questa nuova versione della piattaforma dove è possibile anche:

  • Segnalare il progresso dei partenariati realizzati
  • Descrivere il tipo di attività svolte e gli obiettivi che si intendono raggiungere
  • Partecipare a forum per creare rete tra gli stakeholder
  • Visualizzare pagine dedicate ai diversi Paesi per mostrare azioni e iniziative volontarie

 

La guida (Partnerships for Sustainable Development Goals: a guide to the online platform), è stata creata proprio per facilitare la comprensione e favorire l’impegno nel raggiungimento degli obiettivi.   Presentare un’iniziativa di partenariato o di un impegno volontario sulla piattaforma delle “Partnership for SDGs” non rappresenta un accordo di partenariato con le Nazioni Unite. La piattaforma è stata sviluppata per condividere conoscenze e informazioni sul lavoro svolto da reti già esistenti che si sono impegnate a promuovere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

 

Per quanto riguarda l’Italia, le iniziative registrate sulla piattaforma sono ancora molto poche: solo alcuni Master e progetti di ricerca realizzati da università e centri di ricerca e l’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile appaiono tra le 3620 iniziative e azioni volontarie registrate provenienti da tutto il mondo. Il fatto che il nostro Paese sia promotore di un numero così ridotto di iniziative significa che c’è ancora molto da fare in termini di promozione e diffusione dei temi di sostenibilità e degli obiettivi di sviluppo sostenibile.

(fonte Open Cooperazione)

 

Torna alla sezione News -
Taggato con: , ,
Pubblicato in News

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Rispondi al quesito: sei + 6 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

SONDAGGIO

Cosa pensi della proposta governativa fatta alle ONG di intervenire nei centri di detenzione in Libia?

  • Dovrebbero rifiutarsi categoricamente e non farsi strumentalizzare (72%, 278 Votes)
  • Dovrebbero accettare perchè questa è parte integrante della loro mission (28%, 110 Votes)

Total Voters: 388

Loading ... Loading ...
Scarica qui la nostra nuova guida sulla Teoria del Cambiamento