Bando globale EIDHR, 25 milioni per la difesa dei diritti umani

EuropeAid ha pubblicato recentemente il bando globale 2017 dello strumento europeo per la democrazia e i diritti umani (EIDHR) è un programma dell’Unione Europea che mira a promuovere la democrazia e i diritti umani in tutto il mondo attraverso il sostegno alle iniziative della società civile. Il bando globale appena uscito, dotato di 25 milioni di euro, è suddiviso in cinque lotti e presenta diverse priorità innovative: il sostegno ai difensori dei diritti umani con particolare riferimento a land grabbing e cambiamento climatico, la lotta contro omicidi extragiudiziali e sparizioni forzate e il contrasto al lavoro forzato e la schiavitù moderna. Scadenza per l’invio dei concept note 9 novembre 2017

 

European Instrument For Democracy and Human Rights (EIDHR): 2017 Global Call for Proposals

EuropeAid/155232/DH/ACT/Multi

 

L’obiettivo generale del bando è quello di sostenere la società civile nelle sue azioni per sostenere la protezione e la promozione dei diritti umani e delle libertà fondamentali in tutto il mondo.

In particolare il bando è dedicato a sostenere i difensori della società civile e dei diritti dell’uomo (HRD) che lavorano all’esterno dell’Unione europea in cinque settori chiave dei diritti umani, corrispondenti ai cinque ricorrenti lotti delle proposte globali EIDHR per il 2014-2017:

 

Lotto 1: Supporto dei difensori dei diritti umani nel settore dei diritti connessi alla terra, popoli indigeni, land grabbing e cambiamento climatico
Gli obiettivi specifici del lotto 1 sono:
a) rafforzare le capacità a breve e lungo termine dei HRD e/o delle organizzazioni di HRD per svolgere il proprio lavoro sulle questioni ambientali a livello locale/nazionale
b) rafforzare le proprie capacità di resistenza per affrontare una grave repressione attraverso la diffamazione, il dissesto e la stigmatizzazione presso la comunità e l’opinione pubblica, con una prospettiva di genere sostanziale
c) sostenere il loro impegno con gli attori statali e non statali (in particolare leader di associazioni di imprese e investitori responsabili) attraverso dialoghi e attività di mediazione per garantire il rispetto dei loro diritti e per superare l’impunità e la mancanza di accesso al rimedio da parte delle vittime.

Le azioni dovrebbero concentrarsi su almeno uno degli specifici obiettivi sopra menzionati.

 

Lotto 2: lotta contro gli omicidi extragiudiziali e le sparizioni forzate
Gli obiettivi specifici del Lotto 2 sono:
a) sostenere progetti concernenti la prevenzione delle sparizioni forzate e degli omicidi extragiudiziali; e/o
b) sostenere progetti che promuovono la ricerca di rimedi per le vittime e le loro famiglie in caso di sparizioni forzate e/o di omicidi extragiudiziali.

Le azioni dovrebbero concentrarsi su almeno uno degli obiettivi specifici sopra menzionati, anche se le azioni sono incoraggiate a trovare l’interrelazione o l’interdipendenza tra la prevenzione e la responsabilità.

 

Lotto 3: Combattere il lavoro forzato e la schiavitù moderna
Gli obiettivi specifici del Lotto 3 sono:
a) promuovere e sostenere la ratifica e l’efficace attuazione delle convenzioni e dei protocolli delle Nazioni Unite / OIL relativi al lavoro forzato nonché ad altri strumenti nazionali o regionali; e/o
b) favorire la cooperazione internazionale e regionale (compresa la cooperazione giudiziaria, di polizia, ecc.) al fine di prevenire ed eliminare le pratiche di lavoro forzato nel settore agricolo/forestale, con particolare riguardo alle pratiche di assunzione e alle catene di approvvigionamento; e/o
c) fornire misure di protezione e di accompagnamento alle vittime e/o alle potenziali vittime del lavoro forzato e della loro famiglia nonché dei difensori dei diritti umani nel settore agricolo/forestale; e/o
d) garantire l’accesso al rimedio alle vittime, alla responsabilità e all’azione penale dei perpetratori; e/o
e) sostenere misure volte a prevenire il lavoro forzato e affrontare la vulnerabilità sistemica e strutturale del lavoro forzato e gravi abusi nella manodopera agricola/forestale, in particolare connessi all’intensità del lavoro e al carattere stagionale; e/o
f) sostenere la due diligence dei settori privati e pubblici per rispondere al rischio di lavoro forzato e identificare, prevenire, mitigare e spiegare come affrontare i loro effetti negativi in questo campo.
Le azioni dovrebbero concentrarsi su almeno uno degli specifici obiettivi sopra menzionati.

 

Lotto 4: Promuovere e sostenere i diritti delle persone con disabilità
Gli obiettivi specifici del Lotto 4 sono:
a) promuovere e sostenere la ratifica, l’efficace attuazione e il monitoraggio della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità (CRPD) e del suo protocollo facoltativo;
b) promuovere partenariati tra le organizzazioni della società civile dei diritti umani e le organizzazioni della società civile (DPO) e/o le organizzazioni della società civile che lavorano per le persone con disabilità, al fine di integrare la disabilità nel loro più ampio lavoro sui diritti umani.

 

Lotto 5: Sostegno alla libertà di religione o convinzione
Gli obiettivi specifici del Lotto 5 sono i seguenti:
a) promuovere la libertà di tutti di credere o di non credere, senza alcuna coercizione, con particolare attenzione ai paesi o alle situazioni in cui gli individui sono penalizzati per l’atto di liberamente scegliere, cambiare o abbandonare la propria religione o fede; e/o
b) promuovere il diritto, da soli o in comunità con altri, pubblici o privati, ad esprimere o manifestare una religione o credo nell’insegnamento, nella pratica, nel culto e nell’osservanza, comprese le espressioni artistiche e culturali della fede e del godimento della patrimonio culturale / religioso ; e / o
c) prevenire e combattere la discriminazione, l’intolleranza e la violenza per motivi di religione o convinzioni in tutte le sue forme, sia impegnate da attori governativi o non governativi.
d) rafforzare la comprensione reciproca e il rispetto tra individui di fede diversa o nessuno, contribuendo alle comunità e alle società inclusive che accettano la diversità e in grado di affrontare potenziali conflitti in modo pacifico.
Le azioni dovrebbero concentrarsi su almeno uno degli specifici obiettivi sopra menzionati.

 

Dimensione delle sovvenzioni
Ogni contributo comunitario richiesto deve essere compreso tra 250.000 euro e 1.000.000 EUR
Tutti i contributi richiesti dall’UE in tutte le Parti di questo invito a presentare proposte devono essere compresi tra le seguenti percentuali minime e massime totali dei costi ammissibili totali dell’azione:
percentuale minima: il 51% dei costi totali ammissibili dell’azione.
percentuale massima: il 95% dei costi totali ammissibili dell’azione.

I candidati devono presentare domanda in inglese, francese o spagnolo

 

Modulistica e guidelines

 

Torna alla sezione 11/2017, Bandi, EuropeAid -
Taggato con: ,
Pubblicato in 11/2017, Bandi, EuropeAid

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Rispondi al quesito: cinque − 5 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>