Calendario (informale) dei bandi AICS 2018

La stagione 2018 dei bandi dell’Agenzia per l’erogazione delle risorse a sostegno della cooperazione si annuncia sempre più in salita o quantomeno in ritardo. Siamo arrivati a luglio ormai senza nessuna comunicazione ufficiale relativa a tempi e modi di almeno cinque importanti procedure con le quali l’AICS dovrà erogare quasi 60 milioni di euro destinati alle organizzazioni della società civile, agli enti territoriali e alle imprese. In attesa che si chiuda il periodo di incertezza dovuto all’avvicendamento ai vertici del Ministero degli Esteri e al vertice dell’AICS stessa, non resta che affidarsi alle voci di corridoio per poter programmare il lavoro di centinaia di enti e migliaia di operatori che saranno coinvolti nelle fasi di progettazione in Italia e all’estero. Il primo bando ad uscire sarebbe quello dedicato all’Educazione alla cittadinanza Globale con una dotazione di 7 milioni di euro. Sarebbe pubblicato a luglio con scadenza a settembre e un’unica fase di “proposta completa”. Il bando per i progetti nei paesi partner slitterebbe invece a settembre con scadenza tra fine ottobre e inizio novembre.

 

I bandi della tornata 2018 saranno gestiti secondo le norme e i regolamenti vigenti, slitta all’anno prossimo la modifica sostanziale delle procedure amministrative e gestionali in lavorazione presso l’Agenzia. Ciò non toglie che alcune modifiche nell’impianto generale dei bandi, nella modulistica e nelle griglie di valutazione possano essere apportate in questa fase. A questo sembra dedicato anche il confronto ancora in corso tra Agenzia e reti delle ONG che nell’ultimo mese si stanno coordinando per concordare le eventuali modifiche.

 

Da settembre in poi sembrano previsti in uscita anche il bando per gli enti territoriali e quello per il settore profit nella cooperazione. Su quest’ultimo il lavoro dovrebbe essere molto più avanzato anche grazie alla consulenza del Dipartimento di studi aziendali dell’Università di Roma Tre che anche quest’anno affianca l’AICS nell’elaborazione del nuovo bando e nell’organizzazione degli incontri con il mondo delle imprese che si sono tenuti recentemente a Milano, Roma e Palermo.

Durante gli incontri sono state presentate le risultanze dell’edizione 2017 del bando per idee innovative e iniziative imprenditoriali per lo sviluppo e alcuni progetti tipo che sono stati sottoposti all’Agenzia. Il bando dell’anno scorso è stato valutato dagli organizzatori come un’esperienza di successo da riproporre con piccole modifiche. C’è da aspettarsi quindi che il bando sarà riproposto con lo stesso impianto.

 

Certo, non ci stancheremo mai di dire che la qualità della progettazione è direttamente proporzionale anche ai tempi e i modi in cui la stessa viene effettuata. Scoprire le regole del gioco e il calendario di lavoro sempre all’ultimo minuto non contribuisce ad alzare il livello medio delle progettazioni stesse che sappiamo necessitano di adeguate verifiche sul campo e valutazioni pre-progetto da effettuarsi in contesti spesso difficili e in aree geografiche remote.

 

Una pianificazione annuale aiuterebbe tutti a lavorare meglio. I piani di lavoro annuale della UE (Annual Action plan) sono un buon esempio che consente agli operatoti di avere elementi sui programmi e i bandi in uscita con un certo periodo di anticipo anche grazie alla pubblicazione del calendario di previsione (Forecast) dei bandi. Anche questa è trasparenza.

 

Torna alla sezione Agenzia Cooperazione (AICS), Bandi -
Taggato con: , ,
Pubblicato in Agenzia Cooperazione (AICS), Bandi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*