Torna Never Alone, il bando delle fondazioni per i minori stranieri non accompagnati

Dopo la prima edizione del 2016, torna l’esperienza di Never Alone, il bando di una rete di fondazioni di erogazione che intendono operare in modo complementare e sussidiario ai numerosi interventi previsti e alle iniziative di diversi attori istituzionali che operano a favore dell’inclusione socio-lavorativa delle minori e dei minori soli. Si tratta di Fondazione Cariplo, Compagnia di San Paolo, Fondazione Con il Sud, Enel Cuore, Fondazione CRT, Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo e Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Fondazione MPS e Fondazione Vismara, che mettono a disposizione una dotazione finanziaria di 2.900.000 € per finanziare progetti con un contributo massimo di 450.000 € al 70%. Scadenza 7 settembre 2018

 

L’obiettivo del bando è quello di promuovere interventi multidimensionali di accompagnamento all’autonomia lavorativa e di vita di ragazze e ragazzi di età compresa tra i 15 e i 21 anni arrivati in Italia come minori stranieri non accompagnati (MSNA). Per favorire l’inserimento nel mondo del lavoro dei ragazzi, motore simbolico e materiale di integrazione nella comunità di riferimento, il bando intende sostenere, in tutta Italia, un numero limitato di progetti che accompagnino i giovani nella delicata fase di transizione tra la minore e la maggiore età con l’avvio di percorsi finalizzati al raggiungimento e al mantenimento di un’autonomia lavorativa e di vita.

 

CARATTERISTICHE DEI PROGETTI
Al centro dei progetti i percorsi migratori e le necessità, potenzialità e aspirazioni dei ragazzi, per intervenire nei seguenti ambiti:
– percorsi di accompagnamento al lavoro;
– percorsi di accompagnamento all’inclusione sociale e relazionale.

Inoltre, potranno prevedere azioni integrative ai precedenti due ambiti attraverso interventi volti a favorire l’autonomia abitativa e l’inclusione linguistica e culturale.
Tutti gli interventi selezionati dovranno porsi in rapporto di complementarietà e sinergia con le misure di intervento pubblico.

 

ENTI AMMISSIBILI
Il bando nazionale si rivolge a partenariati pubblico-privati, composti da almeno tre soggetti senza scopo di lucro aventi una comprovata esperienza in materia di accoglienza e inclusione di minori e/o di migranti/richiedenti asilo.
Possono candidarsi come capofila anche Enti pubblici, i quali dovranno dimostrare di avere esperienza nel campo dell’accoglienza dei MSNA e nel coordinamento di partenariati pubblico-privati.
Gli enti capofila beneficiari di contributo nella prima edizione del bando potranno partecipare esclusivamente in qualità di partner o come soggetti della rete territoriale; è inoltre ammesso anche il coinvolgimento di altri soggetti della rete quali ad esempio soggetti finanziatori e/o soggetti profit i quali non potranno però in nessun modo essere destinatari del contributo.

 

RISORSE ECONOMICHE E MASSIMALI
Il budget a disposizione per il bando ammonta a € 2.900.000 e il progetto dovrà indicare un piano economico di dettaglio, tenendo presente che:
la richiesta di contributo non potrà essere superiore al 70% dei costi totali e comunque non inferiore a 100.000 e non superiore a 450.000 euro;
la durata degli interventi dovrà essere compresa tra i 24 e i 36 mesi;
la valorizzazione del personale volontario non potrà essere conteggiata nel costo totale.
La partecipazione dei volontari alle attività potrà essere esplicitata nella descrizione delle attività e costituirà elemento premiante nella valutazione del progetto.

 

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE 
Le candidature dovranno essere inviate entro le ore 17.00 del 7 settembre 2018 esclusivamente online accedendo all’area riservata del sito web di Fondazione Cariplo, secondo le modalità descritte nel documento “Guida alla presentazione“.

 

Per saperne di più

 

Taggato con:
Pubblicato in - VISUALIZZA TUTTO, Bandi, Fondazione Cariplo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*