Fondo FAMI: ecco la graduatoria 2017 e il bando 2018

Solo 21 dei 121 progetti presentati è stato ammesso al finanziamento all’interno del bando “Promozione di interventi di inclusione sociale ed economica di cittadini dei Paesi terzi sviluppati in Italia e in altri Stati membri” nell’ambito del Fondo Asilo, migrazione e integrazione (FAMI) per un totale di altre 10 milioni di euro. Proprio in questi giorni è stata pubblicata la nuova edizione del bando per il 2018 con una dotazione complessiva di oltre 16 milioni di euro. Il bando è rivolto a enti pubblici, attori non-profit stabiliti in uno degli Stati UE e organizzazioni internazionali. La scadenza per la presentazione delle proposte progettuali è fissata al 31 gennaio 2019

 

Ecco di seguito l’elenco delle organizzazioni che vedono il loro progetto finanziato. Molte cooperative sociali, ma anche qualche ONG, Enti locali e Università:

 

ALISEI SOCIETÀ COOPERATIVA SOCIALE

AMBITO TERRITORIALE SOCIALE DI CAMPOBASSO

FONDAZIONE INIZIATIVE E STUDI SULLA MULTIETNICITÀ

REGIONE PUGLIA

AZIENDA PUBBLICA SERVIZI ALLA PERSONA ASP AMBITO 9

COMUNE DI SANTORSO

C.I.D.I.S. ONLUS

ANCI TOSCANA

FONDAZIONE PIAZZA DEI MESTIERI “MARCO ANDREONI”

COOPERAZIONE INTERNAZIONALE SUD SUD (C.I.S.S)

COMUNE DI PRATO

SOLIDARIETÀ CARITAS ONLUS

LAI-MOMO SOC. COOP. SOC.

FONDACA – FONDAZIONE PER LA CITTADINANZA ATTIVA ONLUS

REFUGEES WELCOME ITALIA ONLUS

MOVIMENTO CONSUMATORI

TAMAT

DEDALUS COOPERATIVA SOCIALE

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE

L’AFRICA CHIAMA ONLUS

UNIVERSITÀ IUAV DI VENEZIA

 

Scarica la Graduatoria completa

 

Priorità bando 2018 (Ciascun progetto deve focalizzarsi su una sola priorità):

  • Priorità 1. Reti locali e regionali per l’integrazione di cittadini di Paesi terzi (budget: 6.000.000 euro)
  • Priorità 2. Progetti in materia di migrazione legale con Paesi terzi (budget: 6.000.000 euro)
  • Priorità 3. Integrazione dei cittadini di Paesi terzi vittime della tratta (budget: 2.500.000 euro)
  • Priorità 4. Assistenza ai minori migranti, compresi i minori non accompagnati (budget: 1.200.000 euro)
  • Priorità 5: Coinvolgimento delle comunità della diaspora sulla sensibilizzazione (budget: 500.000 euro)

 

I progetti riferiti alle priorità 1 e 2 devono essere realizzati da una partnership costituita da almeno tre diversi enti ammissibili stabiliti in almeno due diversi Stati UE. Per i progetti relativi alle priorità 3, 4 e 5 si richiede, invece, che la partnership sia costituita da almeno due diversi enti ammissibili di due diversi Stati UE. Per la priorità 5, almeno uno dei due enti deve essere un’organizzazione della diaspora.

 

Il contributo UE per i progetti selezionati potrà coprire fino al 90% dei loro costi totali ammissibili, ma la sovvenzione richiesta deve essere compresa tra:

€ 1.000.000 e € 2.000.000 per i progetti relativi alla priorità 1
€ 750.000 e € 1.000.000 per i progetti relativi alla priorità 2
€ 250.000 e € 400.000 per i progetti relativi alla priorità 3
€ 250.000 e € 600.000 per i progetti relativi alla priorità 4
€ 250.000 e € 500.000 per i progetti relativi alla priorità 5

 

I progetti proposti devono prevedere una durata massima di 36 mesi (priorità 1 e 2) o di 24 mesi (priorità 3, 4 e 5).

La scadenza per la presentazione delle candidature è fissata al 31 gennaio 2019ore 17.00 (ora di Bruxelles).

 

Modulistica e guidelines

Scarica il bando

 

Torna alla sezione - VISUALIZZA SOLO ESITI DI BANDO, Bandi -
Taggato con:
Pubblicato in - VISUALIZZA SOLO ESITI DI BANDO, Bandi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*