ONG o OSC? Aggiornato l’elenco delle organizzazioni riconosciute dall’Agenzia

Dal primo gennaio del 2016 la legge 125 ha sostituito l’idoneità delle ONG con l’istituzione all’elenco delle Organizzazioni della Società Civile ed altri soggetti senza finalità di lucro che risultino idonee ai sensi dell’art. 26. L’elenco, costituito presso l’Agenzia, è stato in prima battuta formato dalle ONG idonee al 31 dicembre 2015 che ne hanno fatto espressamente richiesta. Si trattava di 191 organizzazioni delle 232 ONG idonee gestite in precedenza dalla DGCS del MAECI. Nel febbraio 2016 l’AICS ha provveduto a pubblicare i criteri di iscrizione all’elenco per le organizzazioni che non fossero precedentemente riconosciute come ONG idonee e di seguito li ha modificati con l’approvazione di nuove Linee guida a fine dicembre 2017. Oggi, a quasi quattro anni dall’approvazione della riforma della cooperazione, sono solo 28 le nuove organizzazioni iscritte all’elenco, per un totale di 220, 12 in meno di quelle idonee presso la DGCS in epoca pre-riforma.

 

Sono 12 le nuove OSC iscritti all’elenco nel 2016, 11 nel 2017 e 5 nel 2018.

 

Decreti iscrizione Anno 2016

AGAPE  Associazione Genitori Adottivi per l’Estero, Roma (2016)
Armadilla scs onlus, Roma (2016)
BUSAJO Onlus, Firenze (2016)
Help Code Italia Onlus (ex Centro Cooperazione Sviluppo Italia onlus), Genova (2016)
Centro Informazione e Educazione allo Sviluppo, Roma (2016)
Fondazione Mission Bambini Onlus, Milano (2016)
Fondazione Emmanuel – Don Francesco Tarantini per le migrazioni e il sud del mondo, Lecce (2016)
Gruppo Trentino di Volontariato Onlus, Trento (2016)
Next Onlus, Montesarchio (BN) (2016)
SNM – Comunità Solidali nel Mondo Onlus, Roma (2016)
Sulla Strada Associazione Onlus, Attigliano (TR) (2016)
UVPPP  – Una Voce per Padre Pio, Napoli (2016)

 

Decreti iscrizione Anno 2017

AMEN – Agenzia Missionaria Evangelo per le nazioni Onlus, Aversa (CE) (1-2017)
APIC – Amici per il Centrafrica Carla Maria Pagani Onlus, Limido Comasco (CO) (2-2017)

Plan Italia Onlus, Vimercate (MB) (3/2017)
Fondazione Piero e Lucille Corti, Milano (4/2017)
Fondazione Punto Sud, Milano (5/2017)
IISMAS Istituto Internazionale Scienze Mediche Antropologiche Sociali (6-2017)

CARE&SHARE Care &Share Italia Onlus (7-2017)

Twins International Onlus (8-2017)

IMPEGNARSI SERVE Impegnarsi Serve Onlus (9-2017)

AMA Associazione Mani Amiche (10-2017)

O.I.KO.S. Organization for International Kooperation and Solidarity (11-2017)

 

Decreti iscrizione Anno 2018

ATB Associazione Trentino con i Balcani (1-2018)

GSI ITALIA Gruppi Solidarietà Internazionale (2-2018)

MEDU Medici per i Diritti Umani (3-2018)

Iscos Emilia Romagna Onlus (4-2018)

JRS Fondazione Pia Autonoma Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati (5-2018)

 

Scarica l’elenco completo

 

Per garantirsi la permanenza nell’elenco le organizzazioni accreditate sono tenute a presentare un report biennale composto da tre moduli (Allegati I bis, II bis e III bis). La prima scadenza fissata per la compilazione della documentazione richiesta dall’AICS era lo scorso 31 luglio.

 

A giudicare dai feedback ricevuti dalle organizzazioni, questa prima scadenza non è stata una passeggiata. Diverse organizzazioni ci hanno contattato per avere delucidazioni sulla compilazione complicata e molto onerosa della documentazione richiesta. Si tratta di centinaia di pagine di dati ed elenchi di progetti che l’AICS ha richiesto di ricevere in formato PDF scannerizzato (firmate su ogni singola pagina !!). A fare un rapido calcolo l’AICS riceverà oltre 30.000 pagine di rapporti dalle ONG sulle quali dovrà effettuare i controlli entro il 31 dicembre.

 

In un’ottica di semplificazione e ammodernamento delle procedure si può dire che c’è un ampio margine di miglioramento per il futuro.

 

Torna alla sezione Agenzia Cooperazione (AICS), News -
Taggato con: ,
Pubblicato in Agenzia Cooperazione (AICS), News
Un commento su “ONG o OSC? Aggiornato l’elenco delle organizzazioni riconosciute dall’Agenzia
  1. Francesca ha detto:

    Purtroppo la maggior parte delle nuove organizzazioni che hanno cercato di iscriversi all’elenco, che svolgono programmi di cooperazione e di sostegno a distanza, sono state rifiutate con la giustificazione che il sostegno a distanza non è riconosciuto come progetto di cooperazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*