Ricerca per categoria: News

Leadership vs Management

In questi giorni, a partire da un interessante intervento di Carola Carazzone, si sono susseguite riflessioni intorno al tema del superamento di alcuni miti da sfatare, paradossi, limiti strutturali e criticità del Terzo Settore. Un dibattito che aiuta tutti a capire la complessità nella quale ci stiamo muovendo oggi ed è proprio da tale complessità che vorrei partire per dare il mio contributo alla discussione. Viviamo un’epoca caratterizzata da quella che molti analisti definiscono con l’acronimo VUCA: Volatility, Uncertainty, Complexity e Ambiguity. Operare al meglio oggi è estremamente difficile, soprattutto in contesti sociali con gravi violazioni dei diritti umani e alti tassi di disuguaglianza, ma non sarà certo il “project management” a salvarci e nemmeno i “manager”, gli “amministratori” o i “direttori” tradizionalmente intesi. Leggi altro ›

Pubblicato in News

Uscire dalla spirale del progettificio: la proposta della filantropia privata

Arriva dal mondo della filantropia privata l’ennesima provocazione che fa discutere il terzo settore italiano già in pieno subbuglio da riforma. A riaprire il dibattito ci ha pensato il segretario generale di Assifero (associazione nazionale delle Fondazioni e degli Enti filantropici italiani) con un interessante articolo recentemente pubblicato sul giornale delle Fondazioni. Carola Carazzone parla ai donors privati italiani con l’intenzione di sfatare due miti che ben conosciamo e che condizionano nel bene e nel male la quotidianità delle organizzazioni italiane del terzo settore, ONG in primis. La prima questione riguarda il mito del contenimento dei costi di gestione, quelli che gli anglosassoni chiamo overhead e che le ONG fanno a gara a tenere al di sotto del 10% con stratagemmi contabili più o meno imbarazzanti (il famoso eurino): il mainstream dice “più bassi sono i tuoi overhead e più sei virtuoso”. La seconda provocazione riguarda l’uscita dal progettificio, Leggi altro ›

Taggato con: , ,
Pubblicato in News

Serve un #MeToo anche nel mondo della cooperazione?

Il caso Oxfam di alcune settimane fa non ha scosso solo l’opinione pubblica e i donatori, ha interrogato profondamente migliaia di operatori e operatrici del settore della cooperazione e dell’aiuto umanitario che credono nel lavoro che fanno e aderiscono profondamente ai valori che lo ispirano. Tra questi c’è sicuramente un valore trasversale che attraversa la mission di quasi tutte le ONG, l’equità di genere, la non discriminazione e la promozione dei diritti delle donne. Quando successo e documentato ad Haiti ha messo in allerta le organizzazioni rispetto ai comportamenti dei propri dipendenti ma ha anche attivato un dibattito soprattutto tra le operatrici del settore. Non sono mancate nelle ultime settimane le testimonianze di donne operatrici di ONG e organizzazioni internazionali che hanno riportato di molestie sessuali e comportamenti sessisti subiti da colleghi uomini sia espatriati che locali. Lo scorso 8 marzo un gruppo di colleghe di organizzazioni inglesi ha lanciato un appello al management delle ONG che ha raccolto in pochi giorni più di mille adesioni. Leggi altro ›

Taggato con: , ,
Pubblicato in News

Theory of Change per la Cooperazione, destinazione Trento

Si sono appena aperti a Bologna i lavori della terza tappa del corso sulla Theory of Change per la Cooperazione internazionale. Un nuovo gruppo di motivati colleghi si cimenteranno per due giorni sulle applicazioni della teoria del cambiamento nella progettazione, alle prese con il quadro logico e i suoi outputs, outcomes, e preconditions. Una proposta formativa caratterizzata da alternanza di teoria e pratica, con ampi spazi di esercitazionescambio e confronto con gli altri operatori e con i docenti. A detta dei partecipanti sono proprio questi gli elementi che stanno decretando il successo di questo corso itinerante che si avvia verso la sua ultima tappa. Si aprono oggi le iscrizioni per l’edizione di Trento che si terrà il 19 e 20 aprile. Le iscrizioni sono aperte fino al 4 aprile 2018 Leggi altro ›

Taggato con:
Pubblicato in News

Global Citizenship Education – How much do we care?

Se in Italia è appena stata inquadrata da un documento di strategia nazionale, a livello europeo è già riconosciuta da anni come un potente strumento educativo per affrontare le attuali sfide globali e favorire il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo dell’Agenda 2030. Si tratta dell’Educazione alla cittadinanza globale. Eppure le istituzioni faticano a destinare risorse adeguate a questo filone educativo e anche a livello europeo gli investimenti da parte dei governi nazionali rimangono limitati. Un rapporto recentemente pubblicato da Concord Europe dal titolo “Educazione alla cittadinanza globale – Quanto ci importa?” scatta una fotografia della situazione a livello comunitario con approfondimenti su tutti gli stati membri dell’unione e rivela il livello di finanziamento dedicato all’educazione alla cittadinanza mondiale in Europa tra il 2011 e il 2015. Leggi altro ›

Taggato con:
Pubblicato in News

Laura Frigenti lascia l’Agenzia a metà mandato

Arriva il giorno dopo l’esito elettorale l’addio di Laura Frigenti all’Agenzia per la Cooperazione dopo appena due anni dall’inizio dell’incarico. La sua decisione è stata comunicata ieri durante un incontro con il personale romano dell’Agenzia al quale ha preso parte anche il neo vice direttore tecnico Leonardo Carmenati, ex dirigente della Croce Rossa italiana. In una lettera inviata ai membri del Consiglio Nazionale la direttrice spiega i motivi delle dimissioni, “ragioni di carattere personale e la prolungata distanza dalla famiglia, non mi permettono di continuare oltre questa avventura”. Leggi altro ›

Taggato con: ,
Pubblicato in Agenzia Cooperazione (AICS), News

Aperta dalla UE una consultazione pubblica sulla coerenza delle politiche per lo sviluppo

Il Consiglio e il Parlamento europeo hanno chiesto una valutazione indipendente dei progressi realizzati dall’UE per quanto riguarda il suo impegno in materia di coerenza delle politiche per lo sviluppo (CPS). La DG DEVCO ha commissionato una valutazione esterna per il periodo 2009-2016 che fornirà alle parti interessate una valutazione indipendente delle azioni dell’UE in materia di CPS. Essa servirà anche a individuare i principali insegnamenti e a formulare raccomandazioni per migliorare le azioni in corso e plasmare le scelte future riguardanti l’approccio dell’UE alla CPS. In parallelo è stata recentemente aperta una consultazione pubblica che permette a tutte le parti interessate di esprimere le proprie opinioni e raccomandazioni in merito. C’è tempo fino al 31 maggio 2018 Leggi altro ›

Taggato con: ,
Pubblicato in EuropeAid, News

Il CNCS vara la strategia italiana per l’Educazione alla Cittadinanza Globale

Sarà approvato ufficialmente oggi durante la riunione del Consiglio Nazionale per la Cooperazione allo Sviluppo (CNCS) il documento di strategia italiana per l’Educazione alla Cittadinanza Globale (ECG) frutto del lavoro di un tavolo multi attoriale composto da Ministeri, Enti locali, AICS, Università e le principali reti di organizzazioni della società civile. Anche prima di vederne l’attuazione si può dire che il processo che ha portato a questo documento potrebbe segnare una best practice di come il sistema italiano della cooperazione potrebbe muoversi anche su altri temi. Leggi altro ›

Taggato con: , ,
Pubblicato in Agenzia Cooperazione (AICS), News

Le ONG chiedono alla politica un impegno per la giustizia sociale, la pace e i diritti umani in Italia e nel mondo

Tasse, sicurezza, immigrazione, lavoro, sembrano essere questi i temi che hanno guadagnato centralità nella campagna elettorale. Mentre il 4 marzo si avvicina, comincia a diventare evidente la riluttanza delle forze politiche a trattare altri argomenti, altrettanto importanti per le sorti del paese. Spicca, a tal proposito, la pressoché totale assenza dal dibattito della politica estera, dei temi globali come quelli dell’Agenda 2030. Nonostante questo le principali reti delle ONG italiane si rivolgono ai candidati e alle candidate alle prossime elezioni con a una lettera aperta che chiede un impegno pubblico e concreto per garantire un’efficace politica di cooperazione internazionale per la giustizia sociale e i diritti al centro dello sviluppo. Leggi altro ›

Pubblicato in News

“Aiutarli a casa loro” funziona meno del previsto

Non sono pochi gli esperti di cooperazione e le organizzazioni del settore che lo sostengono da anni, soprattutto da quando lo slogan ha fatto proseliti tanto da essere il trend attuale della cooperazione dell’Unione Europea e di diversi stati membri, Italia compresa. L’assunto di partenza è “più cooperazione, meno migrazioni”, un credo che sta alla base di molte decisioni europee e di strumenti di cooperazione messi in campo dal vertice de La Valletta in poi (in primis il Fondo Fiduciario per l’Africa). A mettere in discussione la ricetta della UE è uno studio pubblicato recentemente dal Centre for Global Development, referenziato think-tank londinese, nel quale si sostiene che l’utilizzo dell’aiuto allo sviluppo per convincere le persone a rimanere nel loro paese di origine sarebbe inefficace o addirittura controproducente. Leggi altro ›

Taggato con: ,
Pubblicato in News

Theory of Change per la Cooperazione, aperte le iscrizioni per la tappa del corso a Bologna

Si terrà i prossimi 22 e 23 marzo a Bologna la terza tappa del corso interamente dedicato alla ToC dal titolo “La Theory of Change per la Cooperazione Internazionale – Opportunità e criticità nella progettazione” organizzato da Info Cooperazione in collaborazione con il Centro per la Cooperazione Internazionale. Dopo le tappe sold out di Milano e Roma, arriva dunque la terza tappa del corso itinerante rivolto a chi si occupa di progettazione per la cooperazione internazionale allo sviluppo e vuole mettere a fuoco l’approccio della Theory of Change applicato al lavoro di progettazione di iniziative e interventi di sviluppo. Anche la tappa di Bologna, organizzata in collaborazione con COSPE e ISCOS Emilia Romagna, avrà la durata di due giorni e prevede una proposta formativa caratterizzata da alternanza di teoria e pratica, ampi spazi di esercitazione, scambio e confronto con altri operatori e con i docenti. Leggi altro ›

Taggato con: ,
Pubblicato in News

Terzo settore e trasparenza, l’incognita sulla pubblicazione online dei contributi della PA

Non c’è solo l’approvazione del Codice del Terzo settore (DLgs 117/17) a complicare il lavoro dei manager del non profit. In contemporanea è stata approvata anche la nuova “legge sulla concorrenza” (L . 124/17) che all’art 1  comma 125 ha introdotto “a decorrere dall’anno 2018” l’obbligo per “associazioni, onlus e fondazioni” di comunicare “entro il 28 febbraio di ogni anno” tramite il proprio sito internet  i contributi ricevuti da pubblica amministrazione, pena la restituzione delle somme. Si tratta degli obblighi di trasparenza per gli enti non commerciali che si applicano ad associazioni, Onlus e fondazioni che intrattengono rapporti economici con pubbliche amministrazioni, società pubbliche ed enti controllati, «nonché con società controllate di diritto o di fatto direttamente o indirettamente da pubbliche amministrazioni. Leggi altro ›

Taggato con: ,
Pubblicato in News

Sexgate delle ONG britanniche, perché far finta di niente sarebbe un errore

Per chi conosce a fondo la cooperazione allo sviluppo e l’aiuto umanitario non è certo una sorpresa leggere le rivelazioni su alcuni cooperanti di Oxfam UK che hanno pagato prostitute ad Haiti durante la missione post terremoto, così come non ci hanno sorpreso anni fa gli scandali sul personale delle Nazioni Unite o sui soldati in missione di peacekeeping dalla Sierra Leone al Sud Sudan, passando per il sud est asiatico e i Balcani. Sono storie disgustose che colpiscono fortemente in particolare l’opinione pubblica, storie con cui i media vanno a nozze perché fanno vacillare quell’immaginario di eroismo e rettitudine che gli operatori umanitari dovrebbero avere perché sono in giro per il mondo a fare del bene. Eppure, proprio perché queste storie non sono una sorpresa, proprio perché la maggior parte delle persone che lavorano nel settore avrà per lo meno sentito parlare di situazioni simili, è importante non far finta di niente, non derubricare questo nuovo caso all’ennesimo polverone che passerà senza lasciare traccia. Leggi altro ›

Taggato con: ,
Pubblicato in News

Il Parlamento approva il decreto missioni: presto i primi militari italiani in Niger

La Camera ha dato recentemente il via libera alla prosecuzione per il 2018 delle missioni internazionali, tra cui quella in Niger. L’Assemblea di Montecitorio ha approvato la risoluzione di maggioranza in tal senso, che ha incassato anche il voto a favore di una parte delle opposizioni (Forza Italia e Fratelli d’Italia), astenuta la Lega e voto contrario di M5s e Liberi e Uguali. Il decreto missioni non prevede solo l’impegno nel Paese del Sahel, ma anche la conferma delle missioni in Afghanistan, Libano, Balcani, Somalia e l’appoggio alle missioni Nato in Lettonia e Turchia. Tra le novità deliberate dal Consiglio dei ministri di dicembre l’invio 400 militari in Libia per sostegno a carattere umanitario, assistenza e supporto sanitario, addestramento delle forze di sicurezza libiche, supporto alla Guardia costiera libica, ricognizioni in territorio libico, ripristino delle infrastrutture funzionali alla capacità libica di controllo del territorio. Leggi altro ›

Pubblicato in News

MAECI, nominato il nuovo Direttore Generale della DGCS

Sarà Giorgio Marrapodi, ex-ambasciatore italiano a Vienna, il nuovo direttore generale per la cooperazione allo sviluppo della Farnesina. Ad annunciarlo è stato il ministro Angelino Alfano mercoledì scorso dal palco di Co[opera], la Conferenza nazionale della cooperazione allo sviluppo, prima ancora della ratifica da parte del Quirinale. La poltrona della cooperazione era scoperta da quando, cinque mesi fa, l’ex-direttore Pietro Sebastiani era stato nominato ambasciatore presso la Santa Sede dopo poco più di un anno di permanenza alla DGCS. Leggi altro ›

Pubblicato in DGCS-MAECI, News