Ricerca per categoria: - VISUALIZZA SOLO SONDAGGI

Operare nei centri di detenzione in Libia, la “proposta indecente” del governo alle ONG

E’ questa la prima reazione di molti operatori del mondo non governativo alla proposta avanzata dal VM Mario Giro di coinvolgere le ONG italiane in attività nei centri di detenzione libici che possano essere utili a ridurre sofferenze e salvare vite umane delle migliaia di migranti trattenuti nel paese. Non ancora rimarginata la ferita inferta al mondo delle ONG dalla stretta operata dal ministro Minniti e le polemiche sul codice di condotta per le ONG nel Mediterraneo, dopo la collaborazione con la Guardia costiera libica e la riduzione dei flussi verso il nostro Paese, il governo cerca di voltare pagina mandando in avanscoperta il suo rappresentate più “vicino” alla società civile che convoca le ONG lo scorso 7 settembre a Roma.… Leggi altro

Taggato con: , , ,
Pubblicato in - VISUALIZZA SOLO SONDAGGI, News

Riforma della cooperazione un anno dopo: è tempo di fare un bilancio

I più ottimisti potranno dire che per una riforma approvata dopo 27 anni di attesa, un anno in più non conta granché. Ebbene sì, è passato già un anno da quando il parlamento ha licenziato la riforma della cooperazione allo sviluppo diventata legge a fine agosto del 2014. Dodici mesi nei quali si sarebbero dovuti scrivere i regolamenti attuativi e varare gli organi previsti dalla nuova legge 125, in primis il Consiglio Nazionale e l’Agenzia Italiana per la Cooperazione fortemente voluta dall’ex vice ministro Lapo Pistelli. Un anno dopo, ironia della sorte, non c’è l’Agenzia e nemmeno il vice ministro Pistelli. … Leggi altro

Taggato con: , , , , , ,
Pubblicato in - VISUALIZZA SOLO SONDAGGI, DGCS-MAECI, News

Gli operatori della cooperazione si dividono sull’ingresso del settore privato

Oltre 400 operatori del settore hanno partecipato al sondaggio lanciato dal blog due settimane fa sull’apertura al profit nella cooperazione allo sviluppo. Il campione rappresentativo che ha risposto ai quattro quesiti mostra una divisione significativa: il 58% dei votanti si dicono contrari e il 42% a favore. Il dibattito sul ruolo del profit nella cooperazione allo sviluppo, pur aperto da diversi anni, è ora all’ordine del giorno sia a livello nazionale che internazionale.… Leggi altro

Taggato con: , ,
Pubblicato in - VISUALIZZA SOLO SONDAGGI, News

Un mese sul bando del MAE, cosa ne pensate?

Fino ad oggi c’è stato a fatica il tempo di capire e interpretare le nuove procedure e di portare a termine le progettazioni per la scadenza di ieri.
I dubbi sono e rimangono moltissimi nonostante il soccorso prestato dalla DGCS con la pubblicazione delle FAQ. Ma attenti! Le risposte alle FAQ non sono dirimenti, cosi precisa l’ufficio VII in una nota. Quel che conta ai fini dell’ammissibilità sono le delibera.
Ci prova puntualmente la Piattaforma delle ONG idonee dell’AOI a interloquire con la DGCS per sciogliere alcuni nodi aperti e chiedere già da oggi la disponibilità a modifiche e miglioramenti delle procedure. Leggi la lettera completa.
Ma chi meglio degli utenti del bando, ovvero gli operatori delle ONG, possono dare un giudizio ragionato su questo bando?
E quindi chiediamo a tutti voi di rispondere al sondaggio che abbiamo appena pubblicato nella colonna a destra o di scrivere altri commenti qui sotto.… Leggi altro

Pubblicato in - VISUALIZZA SOLO SONDAGGI, Bandi, DGCS-MAECI

Nuovi bandi DGCS, gli operatori chiedono più bandi con fase di pre-selezione

Sono quasi 700 i voti che avete espresso in queste due settimane di sondaggio sui nuovi bandi che la DGCS del MAE dovrà elaborare e lanciare nel 2013 per l’erogazione di risorse alle ONG. Un forte interesse soprattutto degli operatori di ONG e associazioni che quotidianamente si misurano con la progettazione e la realizzazione degli interventi di cooperazione internazionale. Ma quello delle risorse è decisamente un tasto sensibile per una serie di motivi che sotto diverse forme sono emersi dai risultati del sondaggio.

In primis c’è sicuramente un malcontento di fondo sulla gestione dei fondi destinati a supportare le iniziative delle ONG, le lamentele arrivano da tutti i fronti, gli operatori delle organizzazioni, i funzionari della DGCS, i partner e in ultimo la Corte dei Conti. La richiesta più evidente è la garanzia di trasparenza nella valutazione e selezione delle iniziative da finanziare.
In secondo luogo c’è l’inadeguatezza e la complicazione delle norme fino ad oggi vigenti che hanno reso la vita difficile a chiunque si sia dovuto cimentare a metterle in pratica mettendo spesso a repentaglio anche il buon esito delle iniziative finanziate.Leggi altro
Taggato con: , ,
Pubblicato in - VISUALIZZA SOLO SONDAGGI, DGCS-MAECI, News

Risultati sondaggio sulla proposta di riforma della legge 49/87

Chiuso ieri il sondaggio con cui abbiamo dato la nostra opinione sul testo unico di riforma della legge 49. Salta all’occhio un’opinione critica sul ruolo delle imprese nel testo di legge e il fatto che la proposta non valorizza a sufficienza il ruolo del non governativo. Nel complesso il 14% dei votanti si sono espressi negativamente sul testo mentre il 12% crede che la riforma dovrebbe attendere i risultati del Forum di ottobre.
Ecco di seguito i risultati. Il valore numerico indica la percentuale di votanti che hanno indicato la singola opzione.

Leggi altro

Pubblicato in - VISUALIZZA SOLO SONDAGGI, News

Sondaggio sulle ONG idonee e la Governance della cooperazione

 

Chiudiamo oggi il voto per gli ultimi due sondaggi che abbiamo proposto alla community degli operatori della cooperazione che è iscritta o utilizza il blog. Prima di passare a nuove domande da sottoporvi, vi proponiamo un riepilogo dei risultati. Avete votato in tanti anche a questi ultimi quesiti molto specifici e tecnici. Oltre 250 voti per il primo e circa 200 per il secondo.

 

1. QUALE GOVERNANCE PER LA NUOVA COOPERAZIONE ITALIANA?

 

UN UNICO MINISTRO DEGLI AFFARI ESTERI E DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE CON UN VICE-MINISTRO PER LA POLITICA DI COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO E UN’AGENZIA PER LA COOPERAZIONE  24.69 %

 

UN MINISTRO PER LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE E L’INTEGRAZIONE, CON PORTAFOGLIO E PROPRIA STRUTTURA MINISTERIALE 70.37 %

 

UN MINISTRO ALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO PER LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE E L’INTEGRAZIONE  3.70 %

 

2. Dall’idoneità all’eleggibilità delle ONG, Cosa ne pensi?

 

Credo che vada mantenuto l’istituto dell’idoneità MAE per le ONG 17.50 %

 

Credo sia meglio superarlo per passare al criterio dell’eleggibilità 82.50 %

 … Leggi altro

Pubblicato in - VISUALIZZA SOLO SONDAGGI, News

Il Ministro Riccardi rimandato a settembre dagli operatori delle ONG, per il 72% non fa abbastanza per la cooperazione internazionale

A quasi sei mesi dall’insediamento del Ministro per la Cooperazione Internazionale abbiamo chiesto alla community della cooperazione internazionale italiana di esprimersi sull’operato del Ministro. La maggioranza degli operatori che hanno votato si è espresso negativamente (72,88%)  sostenendo che il Ministro non sta facendo abbastanza per il rilancio della cooperazione. Il 18,64 % dei votanti ritiene invece che Riccardi riuscirà a rilanciare la cooperazione.
Diversi operatori hanno espresso preoccupazione per il braccio di ferro tra il Ministro e la struttura della DGCS che a parere di molti rende vani gli sforzi di intervenire sulla cooperazione internazionale.

Altri danno fiducia condizionata al Ministro in vista del Forum della Cooperazione Internazionale che è stato indetto dallo stesso ministero per fine settembre a Milano.
Vedi i dettagli
Scarica il comunicato stampa Leggi altro

Taggato con:
Pubblicato in - VISUALIZZA SOLO SONDAGGI, News

Sondaggio sulla rappresentanza unitaria delle ONG italiane

 

Vi abbiamo chiesto se ritenete utile una rappresentanza unitaria per le ONG italiane.

I votanti sono stati 298. Ecco i risultati:

 

 

Tra quelli che hanno risposto “voglio dire la mia” vi segnaliamo di seguito alcune risposte significative:

 

  • Si, ma non quella che abbiamo
  • Serve una nuova rappresentanza con facce nuove !
  • Negli anni passati i rappresenanti “unitari” delle associazioni hanno rappresentato solo se stessi. E questo ha creato una grande difficoltà e ha pemalizzato la credibilità delle associazioni. Per questo occorre in maniera decisa superare questo aspetto !!
  • Serve che l’AOI decida cosa si intende per non-governativo oppure deve cambiare nome
  • Link 2007 non rappresenta nessuno se non la volontà di sfasciare l’associazione ong italiane

 … Leggi altro

Taggato con:
Pubblicato in - VISUALIZZA SOLO SONDAGGI, News