Ricerca per parola chiave: africa

Dal Fondo asilo, migrazione e integrazione 17 milioni per progetti per l’integrazione dei migranti

Nell’ambito del Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione è stato appena pubblicato il bando 2016 per progetti transnazionali per l’integrazione dei migranti. Il bando mette a disposizione oltre 17 milioni di euro da destinare a progetti che affrontano le due seguenti priorità: promuovere la partecipazione attiva dei migranti nelle società di accoglienza e sostenere attività preparatorie all’arrivo e all’accoglienza di migranti ricollocati o reinsediati. I progetti da finanziare devono essere realizzati da una partnership composta da almeno 3 organismi provenienti almeno 2 diversi Paesi UE (esclusa la Danimarca), che siano enti pubblici, enti privati non profit, organizzazioni internazionali così come specificate nel bando. Il cofinanziamento UE potrà coprire fino al 90% dei costi totali ammissibili dei progetti e sarà compreso tra € 450.000 e € 750.000. Scadenza 28 febbraio 2017.… Leggi altro

Taggato con: , , ,
Pubblicato in 02/2017, Bandi, EuropeAid

Dall’AICS 20 milioni di euro per interventi di emergenza in Medio Oriente e Africa

L’AICS ha recentemente pubblicato cinque nuovi bandi per altrettante iniziative di emergenza da realizzarsi in Libano, Giordania, Etiopia, Siria e Iraq. Le scadenze variano dal 7 al 25 novembre 2016. In arrivo a breve altre due iniziative di emergenza recentemente autorizzate con delibera del VM Mario Giro. Si tratta di un’iniziativa di emergenza per la Repubblica Centro Africana da 2 milioni di euro e una a favore degli sfollati del Sud Sudan che potrà riguardare attività in Etiopia e Uganda con una dotazione di 3,9 milioni. Ecco di seguito i dettagli dei singoli bandi e i documenti per la predisposizione delle proposte progettuali.… Leggi altro

Taggato con: , , ,
Pubblicato in 11/2016, Agenzia Cooperazione (AICS), Bandi

Pochi fondi e poca trasparenza, duro rapporto del parlamento UE sul Fondo fiduciario per l’Africa

Lanciato poco meno di una anno fa al vertice di La Valletta, il fondo fiduciario UE per l’Africa è ancora in gran parte finanziato con i soldi dell’aiuto europeo e non convince i membri del Parlamento Europeo, che mettono in guardia circa la deviazione dei fondi verso i regimi autoritari per arginare i flussi migratori. Concepito come una risposta alle sfide dello sviluppo nei paesi d’origine dei migranti – soprattutto nella regione del Sahel, Corno d’Africa e Nord Africa – il fondo previsto da 1,8 miliardi di euro vede mancare le risorse promesse dagli stati membri e rischia di non raggiungere i suoi obiettivi, così scrivono nero su bianco i parlamentari europei in un documento approvato a larga maggioranza alcune settimane fa.… Leggi altro

Taggato con: , ,
Pubblicato in EuropeAid, News

Non solo burocrazia, la UE riscopre l’importanza del dialogo interculturale nella cooperazione

Da diversi mesi ormai il dibattito sul nuovo ciclo della cooperazione allo sviluppo a livello internazionale sembra un po’ in stand-by; da un lato c’è l’attesa che il settore privato profit muova le sue prime mosse e faccia vedere il suo tanto decantato potenziale nella lotta alla povertà e dall’altra ci si chiede se e come le urgenze sul fronte migrazioni potranno incidere sulle politiche di cooperazione. Ma la nuova visione della cooperazione non si limita all’arrivo degli attori privati. Ci sono tante sfide da affrontare su diversi fronti per interpretare al meglio lo spirito universalmente condiviso degli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) e superare il paradigma del passato. Una delle più rilevanti, perché si tratta di una sfida anche culturale, è il passaggio dalla dinamica donatore-ricevente alla dinamiche di vera partnership. … Leggi altro

Taggato con: ,
Pubblicato in News

Dal Viminale un bando per progetti di cooperazione in materia di immigrazione ed asilo

Il Ministero dell’Interno – Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione – ha pubblicato alcuni giorni fa un invito a presentare proposte progettuali per il finanziamento o co-finanziamento di proposte progettuali che prevedano collaborazioni internazionali e/o cooperazione ed assistenza ai Paesi terzi in materia di immigrazione ed asilo. Le azioni finanziabili dovranno promuovere lo sviluppo socio-economico, promuovere il trasferimento di competenze, conoscenze, capacità professionali e finanziarie della diaspora, sostenere l’istituzione e/o il rafforzamento dei sistemi di stato civile e sostenere la creazione di sistemi di protezione dell’infanzia nei Paesi di origine e di transito dei migranti. I paesi prioritari sono Costa d’Avorio, Etiopia, Ghana, Niger, Nigeria, Senegal, Sudan. Scadenza 30 settembre 2016Leggi altro

Taggato con: ,
Pubblicato in - VARI DONATORI, 09/2016, Bandi

I donors bloccano i fondi al Mozambico dopo lo scandalo prestiti

Dopo il blocco del Fondo monetario internazionale (Fmi) arriva lo stop anche da parte dei 14 principali donatori che forniscono supporto diretto per il bilancio del Mozambico. La decisione di sospendere gli aiuti finanziari al paese arriva in risposta alle rivelazioni del mese scorso circa la scoperta di oltre un miliardo di dollari di debito che il governo di Maputo avrebbe tenuto nascosto. Si tratterebbe di prestiti milionari non dichiarati dal governo del Mozambico e destinati ad alcune società statali del settore navale. Il primo effetto pesante per il paese è stata la cancellazione da parte del Fmi di una missione che avrebbe dovuto fare una valutazione collegata a un prestito da 283 milioni di dollari ottenuto in precedenza dal governo di Maputo. … Leggi altro

Taggato con: ,
Pubblicato in News

Africa Australe, al via la seconda fase dell’emergenza siccità

L’Aics ha pubblicato oggi la seconda fase dell’iniziativa di emergenza per la mitigazione degli effetti della siccità causata dal Niño nei Paesi dell’Africa australe (AID 10746 – II fase). Il bando riguarda di nuovo Mozambico, Malawi, Zimbabwe e Swaziland per attività da realizzarsi con il concorso di ONG. Con la seconda fase dell’iniziativa si intende porre le basi per un intervento più strutturale volto ad aumentare il livello di resilienza delle aree colpite da questa emergenza, le cui cause possono essere individuate nel ricorrente fenomeno del Niño ma i cui effetti sono amplificati dai cambiamenti climatici in atto. Anche questa call sarà gestita dalla sede dell’AICS di Maputo, che in accordo con la DGCS, effettuerà il procedimento di selezione di proposte progettuali presentate da ONG idonee operanti nei 4 paesi per un importo complessivo di 1.880.000 euro. Scadenza 16 giugno 2016Leggi altro

Taggato con: , , ,
Pubblicato in 06/2016, Agenzia Cooperazione (AICS), Bandi, DGCS-MAECI

3 milioni per iniziative sulla migrazione dall’Africa occidentale

L’AICS ha recentemente dato notizia di un’iniziativa di emergenza in Africa occidentale (Senegal, Mali, Guinea Conakry, Guinea Bissau e Gambia) da realizzarsi con il concorso di ONG italiane. Si tratta di un bando che risponde alle esigenze di intervenire in maniera efficace alle gravi problematiche poste dal fenomeno migratorio irregolare in Africa occidentale. Nel documento si richiama al “Processo di Rabat”, un foro di dialogo regionale tra l’UE e i Paesi dell’Africa occidentale, centrale e mediterranea sui temi migratori, nato per affrontare le sfide poste dalle migrazioni lungo la rotta migratoria Africa Sub-Sahariana – UE, secondo un approccio di responsabilità condivisa tra Paesi d’origine, transito e destinazione dei flussi migratori. Scadenza 14 giugno 2016Leggi altro

Taggato con: ,
Pubblicato in 06/2016, Agenzia Cooperazione (AICS), Bandi, DGCS-MAECI

Emergenza El Niño, aperto il bando multipaese sull’Africa australe

Il piano d’azione è stato presentato la settimana scorsa alla Farnesina dal viceministro degli Esteri Mario Giro. L’Italia mette in campo 10 milioni per sostenere progetti che saranno concentrati sulla sicurezza alimentare e la ripresa delle attività agro-pastorali in Etiopia, Mozambico, Malawi, Swaziland e Zimbabwe e saranno chiusi in 12 mesi. 6 milioni di euro sono destinati alle ong italiane sul terreno, 4 milioni al canale Onu, che si aggiungono al milione stanziato in gennaio per il Pam (Programma Alimentare Mondiale). Oggi è stato pubblicato il bando per l’iniziativa di emergenza in Africa australe (Mozambico, Malawi, Zimbabwe e Swaziland) da realizzarsi con il concorso di ONG. Scadenza 2 maggio 2016Leggi altro

Taggato con: , , ,
Pubblicato in 06/2016, Agenzia Cooperazione (AICS), Bandi, DGCS-MAECI

SEED premia le imprese sociali innovative

Il SEED Awards per l’imprenditorialità nello sviluppo sostenibile è un sistema annuale di premi pensato per favorire lo sviluppo delle imprese sociali e ambientali, le start-up più promettenti, innovative e basate nei paesi in via di sviluppo ed economie emergenti. Le candidature saranno esaminate da una giuria di esperti che ha il compito di valutare il potenziale di queste imprese sociale in termini di sradicamento della povertà e sostenibilità ambientale. Tutte le impresa in fase di start-up che integrano benefici sociali e ambientali nel loro business e possono contribuire a risolvere urgenti problemi del loro contesto locale possono candidarsi per i SEED Awards. Scadenza 31 marzo 2016Leggi altro

Taggato con: , ,
Pubblicato in - VARI DONATORI, 03/2016, Bandi

Dalla UE 15 milioni per migliorare la governance e la gestione dei flussi migratori

EuropeAid ha recentemente pubblicato un bando volto all’attuazione del Programma di Roma (Processo di Rabat) sulla migrazione nel quadro dello strumento DCI II. Il bando, dotato di 15 milioni di budget, vuole promuovere una governance efficace della migrazione e della mobilità e una migliore gestione dei flussi migratori in tutti i loro aspetti. Le proposte progettuali dovranno anche contribuire a migliorare l’impatto positivo sullo sviluppo economico, sociale ed ambientale della crescente migrazione e della mobilità regionale e globale delle persone. I Paesi destinatari del bando sono: Benin, Burkina Faso, Camerun, Capo Verde, Repubblica centrafricana, Chad, Congo, Repubblica democratica del Congo, Costa d’Avorio, Gabon, Gambia, Ghana, Guinea, Guinea-Bissau, Guinea Equatoriale, Liberia, Mali, Marocco, Mauritania, Niger, Nigeria, Sao Tome e Principe, Senegal, Sierra Leone, Togo e Tunisia. Scadenza perla presentazione dei concept note 2 marzo 2016.… Leggi altro

Taggato con: , ,
Pubblicato in 03/2016, Bandi, EuropeAid

Bill Gates, filantropo o promotore delle multinazionali?

Alla vigilia del forum di Davos un report controverso della ONG inglese Global Justice Now accusa la Gates Foundation di manipolare le priorità dell’aiuto internazionale promuovendo di fatto la globalizzazione delle multinazionali. L’ex patron di Microsoft è tra le persone più ricche della terra, in vetta a quella lista presentata ieri da Oxfam dei 62 ricchi che detengono la stessa ricchezza di 3,6 miliardi di persone, ossia la metà più povera della popolazione mondiale. La sua attività filantropica per debellare le malattie killer, educare e nutrire i più poveri del pianeta gli hanno fatto guadagnare applausi e consenso a livello globale. Nonostante questo, Bill e Melinda Gates si trovano ad affrontare una serie di critiche importanti che riguardano la loro fondazione filantropica, attraverso la quale hanno donato miliardi di dollari in tutto il mondo. Un rapporto recentemente pubblicato chiede che l’attività della Gates Foundation sia oggetto di un’indagine internazionale da parte di OCSE e parlamento inglese.… Leggi altro

Taggato con: , ,
Pubblicato in News

Come funziona il Fondo fiduciario di emergenza per l’Africa

La Commissione europea ha annunciato alcuni giorni fa l’approvazione delle prime 16 azioni del Fondo fiduciario di emergenza per l’Africa del valore di quasi 300 milioni di euro. L’obiettivo del fondo, costituito ufficialmente al recente forum di La Valletta, è quello di affrontare le cause profonde della migrazione irregolare, aumentare l’impatto positivo delle migrazioni sullo sviluppo economico e sociale nei paesi di origine, di transito e di destinazione dei flussi migratori. Questo primo pacchetto include 10 programmi nei paesi del Corno d’Africa per un importo di 253 milioni di euro. Ma come funziona esattamente il Fondo fiduciario? Facciamo il punto per facilitare il lavoro degli operatori delle ONG e di altre organizzazioni che possono potenzialmente essere coinvolte direttamente nell’implementazione dei programmi in avvio.… Leggi altro

Taggato con: ,
Pubblicato in Bandi, EuropeAid

Cosa sarà il Fondo fiduciario di emergenza per l’Africa

Oggi e domani al vertice sull’immigrazione de La Valletta si deciderà, tra le altre cose, delle sorti del “Fondo fiduciario di emergenza per la stabilità e per la risoluzione delle cause strutturali della migrazione irregolare e l’aiuto agli sfollati in Africa”. Nelle sue intenzioni questo Fondo, rinominato in breve “Fondo fiduciario europeo d’emergenza per l’Africa” è un meccanismo finanziario utilizzato per mettere in comune risorse di grandi dimensioni da differenti donatori. Ad oggi però il Fondo parte con una dotazione di 1,8 miliardi di euro su 5 anni messi sul tavolo dalla stessa UE. In realtà non si tratta neanche di “soldi nuovi”, circa 1 miliardo proviene dal Fondo Europeo di Sviluppo (11 EDF). La Commissione si aspetta una contribuzione ulteriore da parte degli Stati membri, ad oggi le contribuzioni volontarie annunciate non raggiungono 50 milioni. Ma come funzionerà questo meccanismo e che tipo di progetti andrà a finanziare nei 23 paesi africani che dovrebbero beneficiarne?… Leggi altro

Taggato con: , ,
Pubblicato in News

La finanza internazionale per lo sviluppo, un affare a rischio?

Il panorama del finanziamento dello sviluppo è cambiato notevolmente negli ultimi dieci anni. Al centro delle iniziative di sviluppo globali e nazionali, sia per i governi e gli organismi internazionali, le fonti di finanziamento privato hanno progressivamente preso il posto dell’aiuto pubblico allo sviluppo. Questo è stato particolarmente evidente nel periodo precedente la terza Conferenza Internazionale sul finanziamento dello sviluppo, che ha avuto luogo a luglio scorso ad Addis Abeba. Da allora è sempre più chiaro che le fonti private di finanziamento continueranno ad essere in primo piano nelle discussioni intorno agli SDGs (obiettivi di sviluppo sostenibile). Ci troviamo oggi davanti a una crescente necessità di mobilitare tutti i tipi di risorse finanziarie disponibili per sconfiggere la povertà, così come alla crescente pressione dei donatori di collegare i loro interessi commerciali con le politiche di sviluppo. … Leggi altro

Taggato con: , ,
Pubblicato in News