Ricerca per parola chiave: aiutio-umanitario

L’Italia al 17° posto nella classifica dei donatori per le emergenze umanitarie

Nonostante nel 2015 si sia raggiunta la cifra record di aiuti umanitari di 28 miliardi di dollari (+12% rispetto al 2014), gli sforzi della comunità internazionale non sono sufficienti a coprire l’enormità dei bisogni delle popolazioni colpite da conflitti e catastrofi naturali, che restano per oltre il 45% senza risposta. E’ questo il dato più generale che emerge dal rapporto “Il valore dell’aiuto” che verrà presentato domani a Roma dal network Agire. L’Italia si posiziona al 17° posto nella classifica dei donatori globali con 406 milioni di dollari complessivi stanziati nel 2015, in aumento del 14% rispetto all’anno precedente.… Leggi altro

Taggato con: , ,
Pubblicato in News

Dall’AICS 20 milioni di euro per interventi di emergenza in Medio Oriente e Africa

L’AICS ha recentemente pubblicato cinque nuovi bandi per altrettante iniziative di emergenza da realizzarsi in Libano, Giordania, Etiopia, Siria e Iraq. Le scadenze variano dal 7 al 25 novembre 2016. In arrivo a breve altre due iniziative di emergenza recentemente autorizzate con delibera del VM Mario Giro. Si tratta di un’iniziativa di emergenza per la Repubblica Centro Africana da 2 milioni di euro e una a favore degli sfollati del Sud Sudan che potrà riguardare attività in Etiopia e Uganda con una dotazione di 3,9 milioni. Ecco di seguito i dettagli dei singoli bandi e i documenti per la predisposizione delle proposte progettuali.… Leggi altro

Taggato con: , , ,
Pubblicato in 11/2016, Agenzia Cooperazione (AICS), Bandi

Iniziative di emergenza umanitaria dell’AICS, ecco i progetti approvati nel primo semestre 2016

Il Comitato Congiunto per la cooperazione, nella sua ultima riunione dello scorso 28 luglio, ha provveduto all’approvazione del documento “Condizioni e modalità per l’affidamento di progetti di aiuto umanitario a soggetti non profit”. Si tratta dell’insieme delle procedure che regolano l’affidamento dei progetti distinti in tre tipologie: primissima emergenza, emergenza e interventi integrati di emergenza e sviluppo (LRRD – Linking Relief, Rehabilitation and Development)”. La selezione dei progetti degli organismi non profit da finanziare nell’ambito del programma di aiuto umanitario dell’AICS viene effettuata presso le Sedi estere competenti o le Rappresentanze diplomatiche delegate attraverso un Avviso pubblico.… Leggi altro

Taggato con:
Pubblicato in - VISUALIZZA SOLO ESITI DI BANDO, Agenzia Cooperazione (AICS), Bandi

Corpi civili di pace, pubblicati gli esiti del bando di sperimentazione

Il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale ha reso noto l’esito dei lavori della Commissione di esame e valutazione dei progetti dei Corpi Civili di pace da realizzarsi in Italia e all’estero presentati dagli enti iscritti all’albo nazionale e agli albi regionali e delle Province autonome entro lo scorso 15 febbraio. Si tratta del sofferto avvio della sperimentazione dei Corpi civili di Pace, previsti da oltre due anni e mezzo dalla legge di Stabilità del dicembre 2013, che arriva finalmente alla sua fase operativa. I progetti approvati prevedono l’impiego di 106 volontari, la metà circa dei 200 posti inizialmente messi a bando.… Leggi altro

Taggato con: ,
Pubblicato in - VISUALIZZA SOLO ESITI DI BANDO, Bandi

Africa Australe, al via la seconda fase dell’emergenza siccità

L’Aics ha pubblicato oggi la seconda fase dell’iniziativa di emergenza per la mitigazione degli effetti della siccità causata dal Niño nei Paesi dell’Africa australe (AID 10746 – II fase). Il bando riguarda di nuovo Mozambico, Malawi, Zimbabwe e Swaziland per attività da realizzarsi con il concorso di ONG. Con la seconda fase dell’iniziativa si intende porre le basi per un intervento più strutturale volto ad aumentare il livello di resilienza delle aree colpite da questa emergenza, le cui cause possono essere individuate nel ricorrente fenomeno del Niño ma i cui effetti sono amplificati dai cambiamenti climatici in atto. Anche questa call sarà gestita dalla sede dell’AICS di Maputo, che in accordo con la DGCS, effettuerà il procedimento di selezione di proposte progettuali presentate da ONG idonee operanti nei 4 paesi per un importo complessivo di 1.880.000 euro. Scadenza 16 giugno 2016Leggi altro

Taggato con: , , ,
Pubblicato in 06/2016, Agenzia Cooperazione (AICS), Bandi, DGCS-MAECI

Corpi civili di pace, bassa partecipazione al primo bando

Dopo diversi anni di attesa, a fine 2015 è stato pubblicato il primo bando per la sperimentazione dei Corpi Civili di Pace, un’iniziativa governativa che permetterà di inviare in zone di crisi umanitaria 200 giovani. A metà febbraio la scadenza di questo primo bando. Il risultato non è certo incoraggiante, in tutto una quindicina di progetti presentati, per massimo 100 posti, la metà dei 200 posti disponibili. I primi volontari saranno selezionati prima dell’estate.… Leggi altro

Taggato con:
Pubblicato in - VISUALIZZA SOLO ESITI DI BANDO, Bandi

L’Agenzia lancia i primi due bandi per progetti di emergenza

L’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) ha recentemente indetto due procedimenti di selezione di proposte progettuali presentate da ONG idonee e operanti in Sud Sudan. Si tratta nello specifico di due iniziative di emergenza. L’iniziativa di emergenza nel settore idrico, della sicurezza alimentare e per la protezione dei minori vittime della crisi umanitaria (AID 10700), importo complessivo di 1.450.000 € e l’iniziativa di emergenza nel settore socio-sanitario in favore delle vittime della crisi umanitaria (AID 10678), importo complessivo di 1.430.000 €. Scadenza 24 aprile 2016.… Leggi altro

Taggato con:
Pubblicato in 04/2016, Agenzia Cooperazione (AICS), Bandi

Corpi Civili di Pace, al via la sperimentazione

Finalmente parte in Italia – nell’ambito del Servizio Civile Nazionale – la sperimentazione dei Corpi Civili di Pace che dovrebbe porre le basi per una futura proposta più ampia e strutturata di “difesa civile, non armata e nonviolenta” in situazioni di conflitto all’estero e in Italia per emergenze ambientali. Più di due anni dopo l’approvazione della legge, si avvia questa nuova esperienza di volontariato che concepisce le “missioni di pace” in modo alternativo rispetto al mondo militare. Alcuni giorni fa è stato pubblicato sul sito del Dipartimento Gioventù e del SCN l’avviso pubblico per la presentazione di proposte progettuali per la sperimentazione. Scadenza 15 febbraio 2016.… Leggi altro

Taggato con:
Pubblicato in - VARI DONATORI, 02/2016, Bandi

Quattro nuovi bandi per progetti di emergenza della DGCS

La DGCS ha recentemente pubblicato i bandi relativi e quattro iniziative di emergenza per la Repubblica Centro Aricana, la Palestina, la Sierra Leone e l’Afghanistan da realizzarsi con il concorso di ONG ai sensi della Legge 80/2005 e successive modifiche ed integrazioni, che, all’art. 1, comma 15-sexies, attribuisce al Capo Missione la facoltà di stipulare convenzioni con ONG per la realizzazione di interventi di emergenza (art. 11 Legge 49/87). Le proposte di progetto dovranno essere presentate dagli organismi proponenti alle Ambasciate di competenza secondo le modalità previste dai bandi dettagliati di seguito. Scadenze tra il 22 gennaio e il 10 febbraio 2016.… Leggi altro

Taggato con:
Pubblicato in 01/2016, Bandi, DGCS-MAECI

Tre bandi per progetti di emergenza in Etiopia, Siria e Libano

La DGCS ha recentemente autorizzato tre iniziative di emergenza per Etiopia, Siria e Libano da realizzarsi con il concorso di ONG ai sensi della Legge 80/2005 e successive modifiche ed integrazioni, che, all’art. 1, comma 15-sexies, attribuisce al Capo Missione la facoltà di stipulare convenzioni con ONG per la realizzazione di interventi di emergenza (art. 11 Legge 49/87). Le proposte di progetto dovranno essere presentate dagli organismi proponenti alle Ambasciate di competenza secondo le modalità previste dai bandi dettagliati di seguito. Le risorse disponibile per i progetti sono pari a 4,6 milioni. Scadenze 11 e 20 gennaio 2016.… Leggi altro

Taggato con:
Pubblicato in 01/2016, Bandi, DGCS-MAECI

Cinque motivi per cui i donatori non finanziano direttamente le ONG locali

Poco più dell’1% di tutti gli aiuti ufficiali, e una parte ancora più piccola dei fondi destinati all’assistenza umanitaria, raggiungono direttamente il cosiddetto sud del mondo. Anche le fondazioni private, secondo una ricerca ancora inedita, preferiscono canalizzare la maggior parte dei loro finanziamento attraverso quelli che possiamo chiamare “funder-mediaries” nel nord (intermediari di fondi). Secondo alcuni osservatori questa incapacità dei donatori di supportare direttamente la società civile dei paesi partner creerebbe inefficienze e minerebbe lo sviluppo stesso delle organizzazioni locali. La rete globale Civicus ha dedicato un rapporto annuale a questo tema chiedendo ai principali donor globali perché non sembrano in grado, o non vogliono, finanziare direttamente le organizzazioni locali. Ecco le cinque risposte più frequenti registrate… Leggi altro

Taggato con: , , ,
Pubblicato in News

Proroga missioni e cooperazione, ecco il dettaglio delle approvazioni del CDM

Il Consiglio dei ministri del 12 ottobre scorso ha approvato la proroga delle missioni internazionali delle Forze armate e di polizia e le iniziative di cooperazione allo sviluppo. Il decreto legge contempla anche il sostegno ai processi di ricostruzione e partecipazione alle iniziative delle organizzazioni internazionali per il consolidamento dei processi di pace e di stabilizzazione. È autorizzata da ottobre a dicembre 2015 la spesa di 38.500.000 a integrazione degli stanziamenti per iniziative di cooperazione volte a migliorare le condizioni di vita della popolazione e dei rifugiati e a sostenere la ricostruzione civile in favore di Afghanistan, Etiopia, Repubblica Centrafricana, Iraq, Libia, Mali, Niger, Myanmar, Pakistan, Palestina, Siria, Somalia, Sudan, Sud Sudan, Yemen e, in relazione all’assistenza dei rifugiati, dei Paesi ad essi limitrofi nonché per contribuire a iniziative europee e multilaterali in materia di migrazioni e sviluppo. Ecco il dettaglio delle approvazioni.… Leggi altro

Taggato con: ,
Pubblicato in News

Aperta la prima call della EU Aid Volunteers initiative

La Commissione europea pubblicato pochi giorni fa il primissimo invito a presentare proposte per la EU Aid Volunteers initiative, il nuovo programma che permetterà a più di 18.000 cittadini europei di diventare volontari dell’aiuto umanitario. Attraverso questa call, circa 350 professionisti junior e senior dovrebbero essere assegnati ai paesi colpiti dal disastro a sostegno dell’azione umanitaria. I volontari lavoreranno nelle costruzione della resilienza e gestione delle catastrofi nei paesi vulnerabili, fragili o colpiti da disastri e crisi dimenticate. Si prevede inoltre che oltre 300 organizzazioni e comunità locali potranno beneficiare di attività di capacity building. Scadenza 30 ottobre 2015Leggi altro

Taggato con: ,
Pubblicato in 10/2015, Bandi, EuropeAid

Burnout del cooperante, come riconoscerlo e venirne fuori

Nella sua definizione più comune burnout significherebbe “sono particolarmente stanco e stressato”, in quella più tecnica è definito come “l’esito patologico di un processo stressogeno che colpisce le persone che esercitano professioni d’aiuto, qualora queste non rispondano in maniera adeguata ai carichi eccessivi di stress che il loro lavoro li porta ad assumere”. Ma il burnout reale è uno stato d’animo molto più complesso. Tra gli operatori della cooperazione e dell’umanitario è un fenomeno ricorrente ma è necessario riconoscerlo per capire se si sta attraversando solo un periodo di stanchezza o se c’è qualcosa di più profondo. Se ti senti fisicamente, mentalmente ed emotivamente esausto e ti porti addosso un senso di smarrimento del tuo scopo professionale ed esistenziale, allora potresti essere in fase di burnout e non sarà certo una vacanza o un R&R a poterti rimettere in pista. … Leggi altro

Taggato con: , , ,
Pubblicato in Lavoro

Accountability nell’emergenza, un sondaggio del progetto Sphere per operatori del settore

Per le organizzazioni che operano nel settore dell’emergenza e dell’aiuto umanitario grazie alle generose donazioni che aziende e cittadini, assicurare la qualità degli interventi è sempre più importante. A questo proposito nel 1997 è nato lo Sphere Project, che rappresenta lo sforzo volontario di alcune tra le più importanti organizzazioni umanitarie a livello internazionale di riunirsi attorno ad un obiettivo comune: migliorare gli standard di qualità dell’assistenza umanitaria e la capacità di rendicontare le attività svolte a donatori e beneficiari dei progetti.… Leggi altro

Taggato con:
Pubblicato in News