Ricerca per parola chiave: migranti

Programma “Diritti, uguaglianza, cittadinanza”, ecco il calendario dei bandi 2017

La Commissione Europea ha recentemente pubblicato il calendario dei nuovi bandi relativi al programma “Diritti, uguaglianza, cittadinanza” per il 2017.  Il programma ha sostituito tre programmi che sono stati operativi nel periodo 2007-2013, ovvero i programmi specifici Daphne III e Diritti fondamentali e cittadinanza e le sezioni “Parità fra uomini e donne” e “Diversità e lotta contro la discriminazione” del programma Progress. Il programma intende contribuire al consolidamento di spazio in cui l’uguaglianza e i diritti delle persone, quali sanciti dai Trattati UE, dalla Carta dei diritti fondamentali dell’UE e dalle Convenzioni internazionali in materia di diritti umani, siano promossi e protetti.… Leggi altro

Taggato con: , , ,
Pubblicato in 05/2017, 06/2017, Bandi, EuropeAid

Li aiutiamo a casa nostra. 34% dell’aiuto allo sviluppo italiano utilizzato per l’accoglienza dei rifugiati

La pubblicazione annuale dei dati OCSE sull’aiuto pubblico allo sviluppo (APS) ci permette ogni anno di verificare i trend dell’aiuto allo sviluppo e andare a verificare se e quanto le promesse della politica siano state mantenute. Da una prima analisi dei dati operata da Oxfam Italia si evince che complessivamente la spesa destinata all’APS è cresciuta dell’8,9%, raggiungendo nel 2016 l’ammontare di oltre 142 miliardi di dollari. Questa crescita è però di fatto resa vana dal fatto che a livello globale oltre il 10% di risorse sono state impiegate all’interno degli Stati donatori per coprire le spese domestiche collegate alla crisi migratoria nei diversi Stati. L’Italia pur essendo ancora molto lontana dall’obiettivo dello 0,7%, conferma però un trend positivo di crescita dell’APS, sia in termini assoluti, che percentuali.… Leggi altro

Taggato con: ,
Pubblicato in News

Cosa abbiamo firmato con la Libia

Negli ultimi giorni non sono mancate le reazioni entusiastiche e ipercritiche all’accordo che il premier Gentiloni ha sottoscritto giovedì scorso con la Libia (o meglio il governo di Riconciliazione guidato da Al-Serraj) sul contrasto all’immigrazione. Il testo, che vi proponiamo di seguito, è quello integrale del “Memorandum d’intesa sulla cooperazione nel campo dello sviluppo, del contrasto all’immigrazione illegale, al traffico di esseri umani, al contrabbando e sul rafforzamento della sicurezza delle frontiere”, ovvero l’accordo sottoscritto dalle due parti. Per il nostro governo sarebbe un accordo di “cooperazione allo sviluppo e impegno comune nel contrasto al traffico di esseri umani” mentre la ONG Medici senza Frontiere l’ha definito “cinico, ipocrita e disumano”. Cinico perché non si pone il problema di cosa succederà agli esseri umani che saranno detenuti in Libia, ipocrita perché cerca di mascherare in mille modi l’unico obiettivo che conta: fermare in Libia i migranti.  Disumano perché per migliaia di esseri umani, il respingimento in Libia avrà come immediata conseguenza detenzioni arbitrarie, maltrattamenti, stupri e sfruttamento.… Leggi altro

Taggato con: ,
Pubblicato in News

Fondo Africa a rischio: securizzazione o cooperazione?

Mentre oltreoceano si procede spediti verso la costruzione di un nuovo muro tra gli Stati Uniti e il Messico, a casa nostra ci apprestiamo a spostare definitivamente i confini europei in Africa. Venerdì prossimo i capi di stato europei si riuniranno a Malta per un Consiglio europeo informale e saranno chiamati a prendere una decisione sul nuovo piano per il blocco dei migranti lungo la rotta del Mediterraneo. Nel frattempo a Roma è prevista per questa settimana l’emanazione del decreto per l’implementazione del Fondo per l’Africa di 200 milioni di euro, istituito dal Governo nella Legge di Bilancio 2017. In origine sarebbe dovuto essere “un fondo per interventi straordinari volti a rilanciare il dialogo e la cooperazione con i Paesi africani d’importanza prioritaria per le rotte migratorie” ma rischia di trasformarsi in un ulteriore contributo italiano ai blocchi navali e alle operazioni di polizia frontaliera nei paesi africani.… Leggi altro

Taggato con: , ,
Pubblicato in News

Tre nuove iniziative d’emergenza dell’AICS in Africa

L’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo ha recentemente aperto i termini per la presentazione di proposte progettuali su tre nuove iniziative di emergenza da attuarsi in Niger, Nigeria, Sud Sudan, Etiopia, Uganda, Camerun e Ciad. Il budget complessivo si aggira intorno ai 10 milioni di euro per progetti della durata massima di 10 mesi che possono essere presentate da una o più organizzazioni in consorzio. Scadenza per la presentazione delle proposte 13, 24 e 27 febbraio 2017.… Leggi altro

Taggato con: , , ,
Pubblicato in 02/2017, Agenzia Cooperazione (AICS), Bandi

Dal Fondo asilo, migrazione e integrazione 17 milioni per progetti per l’integrazione dei migranti

Nell’ambito del Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione è stato appena pubblicato il bando 2016 per progetti transnazionali per l’integrazione dei migranti. Il bando mette a disposizione oltre 17 milioni di euro da destinare a progetti che affrontano le due seguenti priorità: promuovere la partecipazione attiva dei migranti nelle società di accoglienza e sostenere attività preparatorie all’arrivo e all’accoglienza di migranti ricollocati o reinsediati. I progetti da finanziare devono essere realizzati da una partnership composta da almeno 3 organismi provenienti almeno 2 diversi Paesi UE (esclusa la Danimarca), che siano enti pubblici, enti privati non profit, organizzazioni internazionali così come specificate nel bando. Il cofinanziamento UE potrà coprire fino al 90% dei costi totali ammissibili dei progetti e sarà compreso tra € 450.000 e € 750.000. Scadenza 28 febbraio 2017.… Leggi altro

Taggato con: , , ,
Pubblicato in 02/2017, Bandi, EuropeAid

L’Italia al 17° posto nella classifica dei donatori per le emergenze umanitarie

Nonostante nel 2015 si sia raggiunta la cifra record di aiuti umanitari di 28 miliardi di dollari (+12% rispetto al 2014), gli sforzi della comunità internazionale non sono sufficienti a coprire l’enormità dei bisogni delle popolazioni colpite da conflitti e catastrofi naturali, che restano per oltre il 45% senza risposta. E’ questo il dato più generale che emerge dal rapporto “Il valore dell’aiuto” che verrà presentato domani a Roma dal network Agire. L’Italia si posiziona al 17° posto nella classifica dei donatori globali con 406 milioni di dollari complessivi stanziati nel 2015, in aumento del 14% rispetto all’anno precedente.… Leggi altro

Taggato con: , ,
Pubblicato in News

MigraVenture, un programma di supporto all’imprenditoria migrante in Africa

Alcuni giorni fa è stato presentato il programma MigraVenture, promosso dall’OIM, in partnership con Etimos Foundation e finanziato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Il programma è rivolto a migranti imprenditori o aspiranti tali, che vivono in Italia e che intendano avviare una nuova impresa o consolidarne una già esistente, sul territorio dei rispettivi Paesi d’origine, generando occupazione e impatto socio-economico positivo nelle comunità interessate. Il bando selezionerà 20 progetti di imprenditori residenti nel nostro Paese sostenendoli con un contributo da 20 a 30 mila euro in assistenza tecnica. Scadenza 30 novembre 2016.… Leggi altro

Taggato con:
Pubblicato in - VARI DONATORI, 11/2016, Agenzia Cooperazione (AICS), Bandi

Migrazioni e crisi dei valori europei, Horizon 2020 finanzia programmi di ricerca per trovare soluzioni innovative

Le reazioni e le risposte ai maggiori flussi di migranti, inclusi i rifugiati che arrivano in Europa, in combinazione con la crisi economica degli ultimi anni, hanno messo i valori fondamentali e l’ideale di un’Europa “unita nella diversità” sotto pressione. La migrazione verso l’Europa innesca preoccupazioni per il suo impatto socio-economico e solleva dibattiti su quello che sono i valori fondamentali europei, su ciò che li sfida e sul fatto che esistono o dovrebbero esistere valori fondamentali. I recenti sviluppi hanno portato a crescenti tensioni politiche e sociali tra nazionalismo e europeizzazione. Le organizzazioni della società civile in tutta Europa si è mobilitata per assistere i migranti, in particolare i rifugiati, per l’inserimento e l’integrazione nelle società europee. In questo contesto, emerge con urgenza la necessità di avere maggiori conoscenze su quelli che sono considerati valori fondamentali di tutta l’Europa, su quali siano i valori condivisi e/o contestati, su come questi valori fondamentali possano essere trasmessi in una società moderna. Scadenza 2 gennaio 2017Leggi altro

Taggato con: ,
Pubblicato in Bandi, EuropeAid

Un bando per sviluppare le capacità imprenditoriali dei giovani migranti

La Direzione Generale per lo sviluppo economico dell’UE ha recentemente lanciato un bando per finanziare la creazione, il miglioramento e la divulgazione di meccanismi di sostegno per imprenditori migranti. Partendo dall’identificazione dei potenziali imprenditori fra i migranti e dalla sensibilizzazione in tema di imprenditorialità all’interno delle comunità migranti, saranno finanziate attività per aiutare i migranti a mettersi in proprio e a costruire imprese di successo. Attraverso questo bando possono essere cofinanziate attività quali: corsi di formazione (sull’imprenditorialità, sul business planning, sugli aspetti legali della creazione di un’impresa, sull’assunzione di personale), meccanismi di mentoring per imprenditori migranti e potenziali imprenditori. Il sostegno può anche essere destinato alla traduzione dei materiali di formazione nelle lingue native dei migranti coinvolti. Scadenza 30 novembre 2016Leggi altro

Taggato con: ,
Pubblicato in 11/2016, Bandi, EuropeAid

Pochi fondi e poca trasparenza, duro rapporto del parlamento UE sul Fondo fiduciario per l’Africa

Lanciato poco meno di una anno fa al vertice di La Valletta, il fondo fiduciario UE per l’Africa è ancora in gran parte finanziato con i soldi dell’aiuto europeo e non convince i membri del Parlamento Europeo, che mettono in guardia circa la deviazione dei fondi verso i regimi autoritari per arginare i flussi migratori. Concepito come una risposta alle sfide dello sviluppo nei paesi d’origine dei migranti – soprattutto nella regione del Sahel, Corno d’Africa e Nord Africa – il fondo previsto da 1,8 miliardi di euro vede mancare le risorse promesse dagli stati membri e rischia di non raggiungere i suoi obiettivi, così scrivono nero su bianco i parlamentari europei in un documento approvato a larga maggioranza alcune settimane fa.… Leggi altro

Taggato con: , ,
Pubblicato in EuropeAid, News

La Fondazione PME sostiene progetti sui fenomeni migratori

La Fondazione svizzera PME (Foundation for Population, Migration and Environment – PME) ha lo scopo di promuovere la comprensione dei fenomeni migratori, dei processi e problemi ad essi correlati in modo da contribuire alla soluzione dei problemi. Persegue questo obiettivo sia attraverso attività proprie, sia con la concessione di fondi ad organizzazioni o persone fisiche attive in questo ambito. In particolare si adopera per promuovere la ricerca sulle cause culturali e strutturali, nonché sugli effetti e sui significati dei fenomeni migratori e contribuire a rendere più differenziato e oggettivo il dibattito sulla migrazione, con particolare attenzione all’inclusione di entrambi i punti di vista, quello delle società invianti e quello delle società riceventi. La Fondazione eroga small grant da circa 9.000 €. Scadenza per l’invio delle proposte 28 ottobre 2016.… Leggi altro

Taggato con:
Pubblicato in - VARI DONATORI, 10/2016, Bandi

Non solo burocrazia, la UE riscopre l’importanza del dialogo interculturale nella cooperazione

Da diversi mesi ormai il dibattito sul nuovo ciclo della cooperazione allo sviluppo a livello internazionale sembra un po’ in stand-by; da un lato c’è l’attesa che il settore privato profit muova le sue prime mosse e faccia vedere il suo tanto decantato potenziale nella lotta alla povertà e dall’altra ci si chiede se e come le urgenze sul fronte migrazioni potranno incidere sulle politiche di cooperazione. Ma la nuova visione della cooperazione non si limita all’arrivo degli attori privati. Ci sono tante sfide da affrontare su diversi fronti per interpretare al meglio lo spirito universalmente condiviso degli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) e superare il paradigma del passato. Una delle più rilevanti, perché si tratta di una sfida anche culturale, è il passaggio dalla dinamica donatore-ricevente alla dinamiche di vera partnership. … Leggi altro

Taggato con: ,
Pubblicato in News

Dal Viminale un bando per progetti di cooperazione in materia di immigrazione ed asilo

Il Ministero dell’Interno – Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione – ha pubblicato alcuni giorni fa un invito a presentare proposte progettuali per il finanziamento o co-finanziamento di proposte progettuali che prevedano collaborazioni internazionali e/o cooperazione ed assistenza ai Paesi terzi in materia di immigrazione ed asilo. Le azioni finanziabili dovranno promuovere lo sviluppo socio-economico, promuovere il trasferimento di competenze, conoscenze, capacità professionali e finanziarie della diaspora, sostenere l’istituzione e/o il rafforzamento dei sistemi di stato civile e sostenere la creazione di sistemi di protezione dell’infanzia nei Paesi di origine e di transito dei migranti. I paesi prioritari sono Costa d’Avorio, Etiopia, Ghana, Niger, Nigeria, Senegal, Sudan. Scadenza 30 settembre 2016Leggi altro

Taggato con: ,
Pubblicato in - VARI DONATORI, 09/2016, Bandi

Il CESE premia le eccellenze della società civile

Il Comitato economico e sociale europeo, ha aperto i termini per presentare le candidature al premio CESE 2016, un concorso volto a premiare le iniziative di eccellenza della società civile nell’accoglienza degli immigrati. Da quasi due anni il flusso record di rifugiati che arrivano nell’Unione europea da paesi lacerati dalla guerra o stremati dalla povertà sta avendo un forte impatto sulla vita politica e sociale dell’Europa. Fornire vitto e alloggio alle masse di rifugiati che raggiungono l’UE, aiutare queste persone a familiarizzarsi con le nuove realtà e con le differenze culturali e accompagnarle nel processo di integrazione è stata e continua ad essere una grande sfida cui gli Stati membri interessati hanno potuto far fronte solo grazie al sostegno spontaneo e massiccio dei cittadini e della società civile in generale. Quest’anno il premio CESE per la società civile vuole premiare le organizzazioni della società civile e/o i privati cittadini che hanno contribuito in misura significativa a raccogliere questa sfida, aiutando rifugiati e migranti e promuovendo in tal modo i valori e la coesione europei. Scadenza 9 settembre 2016Leggi altro

Taggato con: ,
Pubblicato in - VARI DONATORI, 09/2016, Bandi