Ricerca per parola chiave: ong-italiane

La trasparenza può fare la differenza

In poco più di mezzo secolo di storia in cui la società civile si è attivata per sconfiggere la fame e la povertà, le ONG si sono cucite addosso il ruolo di paladino dei diritti, della giustizia e della trasparenza. Uno studio realizzato ogni anno dall’americana Edelman Trust sulla percezione dell’opinione pubblica colloca effettivamente le ONG al top della fiducia riposta. Le ONG sono l’istituzione ritenuta più affidabile in quasi tutti i paesi oggetto dello studio; la gente si fida più delle ONG che dei governi, dei media e delle aziende. Il dato allarmante però è che questa fiducia continua a decrescere negli anni Leggi altro ›

Taggato con: , ,
Pubblicato in News

Ecco chi farà parte del Consiglio Nazionale per la Cooperazione

Otto mesi dopo l’entrata in vigore della riforma è finalmente completato il processo di designazione e nomina dei membri del Consiglio Nazionale per la Cooperazione allo Sviluppo previsto dall’articolo 16 della legge n. 125/2014. Il MAECI ha recentemente pubblicato il decreto di nomina dei membri di sua competenza e l’elenco completo che comprende anche i membri designati da altri enti. Si tratta di 48 membri effettivi e altrettanti supplenti.  I componenti relativi alle lettere o), p) e q) del decreto costitutivo del Consiglio sono nominati per un triennio con decreto del Ministro. Leggi altro ›

Taggato con: , , , ,
Pubblicato in DGCS-MAECI, News

Relazione annuale delle ONG idonee al MAECI

Dalla AOI ci informano che, a seguito di verifica presso il MAECI, è stata confermata la necessità di inviare la consueta relazione annuale prevista per il mantenimento dell’idoneità delle ONG. La relazione deve essere inviata entro il 30 giugno anche se si è già ricevuto la conferma della iscrizione all’anagrafe delle Onlus, perchè la legge 49 è ancora in vigore e lo sarà probabilmente fino alla fine del 2015. Leggi altro ›

Taggato con: , ,
Pubblicato in Bandi, DGCS-MAECI

Il Jobs Act e le ONG, cosa cambia?

E’ da poco entrato in vigore il Jobs Act, ultimo intervento legislativo in materia di diritto del lavoro degli ultimi anni. Obiettivo prefissato quello di creare più flessibilità, non solo in entrata, ma anche in uscita. Senza focalizzarci in questa sede sulla flessibilità in uscita, per la quale sono tuttora marcate le critiche nei confronti di alcuni provvedimenti di legge che renderebbero più facile il licenziamento, l’obiettivo di questo elaborato parallelamente a quello dichiarato nei recentissimi interventi in materia di Politiche del lavoro, è stato quello di ridurre l’area dei contratti atipici, o precari e ricondurre la maggior parte dei rapporti di lavoro all’interno della subordinazione a tempo indeterminato. Le novità introdotte dall’ultima legge n.183 del 10.12.2014, più nota come Jobs Act, vertono principalmente verso questi tipi di contratti cd. “parasubordinati a termine” che rappresentano, in buona sostanza, la formula contrattuale più utilizzata nel Terzo Settore e nel mondo delle ONG, ovvero quegli enti che operano prioritariamente per il raggiungimento di scopi sociali e umanitari. Leggi altro ›

Taggato con: , , ,
Pubblicato in News

Corporativismo, paternalismo e ostruzionismo: cosa i giornalisti pensano delle ONG

Sono questi i tre peccati capitali che i media inglesi attribuirebbero alle ONG secondo un’inchiesta pubblicata recentemente dal Guardian che registra tra i giornalisti una crescente tendenza a criticare il mondo degli aiuti umanitari e delle ONG. Un rapporto, quello tra media e ONG, indispensabile e spesso esclusivo che mostra oggi alcuni limiti nella capacità di raccontare le realtà dello sviluppo. Il rapporto pubblicato da IBT esorta i due settori a collaborare al meglio in futuro. Leggi altro ›

Taggato con: ,
Pubblicato in News

Care ONG aiutateci a portare le imprese a bordo

E’ questo l’appello del vice ministro Pistelli alla società civile italiana impegnata nella cooperazione internazionale lanciato pochi giorni fa in occasione dell’incontro con le ONG della piattaforma Concord Italia sul bilancio del semestre italiano di presidenza dell’Unione. Il ministro descrive la nuova legge 125 sulla cooperazione come un’orchestra da comporre a cui però mancano figure rilevanti: i fiati, le percussioni. Sarebbero i nuovi attori della cooperazione allo sviluppo a cui la legge ha riservato uno spazio importante e paritario rispetto agli attori tradizionali (es. le ONG). Leggi altro ›

Taggato con: , , , , ,
Pubblicato in DGCS-MAECI, News

Pistelli chiude la porta alle ONG, ci vediamo più avanti quando sarà tutto pronto!

E’ finito il tempo delle pacche sulle spalle, degli ammiccamenti precedenti all’approvazione della nuova disciplina sulla cooperazione. Portata a casa la legge il vice ministro Pistelli è sparito dalle scene, almeno da quelle noiose e poco smart delle ONG, (che poi magari ti chiedono pure impegni politici o di prendere posizioni scomode)… meglio stare alla larga. Poco meno di un anno fa invece eravamo tutti amici, sulla stessa barca, una faza una raza come dicono in Grecia. Decine di incontri e dibattiti alla ricerca del consenso sulla legge 125/2014 Leggi altro ›

Taggato con: , , , ,
Pubblicato in News

La gente si fida delle ONG, ma sempre meno

Sono stati pubblicati alcune settimane fa i risultati del “Trust Barometer 2015″, indagine annuale, giunta alla quindicesima edizione, condotta in 27 nazioni, Italia inclusa, su un campione di 33mila rispondenti di età compresa tra i 25 ed i 64 anni, tesa ad identificare il livello di fiducia nei confronti di organizzazioni non governative, aziende, media e governi. L’Italia si colloca tra i “distrusters”, tra quelle nazioni in cui è maggiore la percentuale di coloro che non hanno fiducia, posizionandosi al top con il 48% [era il 43% l’anno precedente]. La domanda principale sottoposta agli intervistati è: “Di quali istituzioni hai più fiducia? Quali stimi maggiormente?” Delle 15 categorie di istituzioni ed entri presi in esame i Media risultano essere quelli con la minor fiducia. All’ultimo posto persino dopo le banche, grandi imputate degli ultimi anni. Leggi altro ›

Taggato con:
Pubblicato in News

Greta e Vanessa, i cooperanti e le ONG

A leggere le prime pagine dei più importanti giornali italiani sembra che Greta Ramelli e Vanessa Marzullo, liberate venerdì tra Siria e Turchia, siano due cooperanti italiane della ONG Horryaty. Effettivamente è da mesi che fior fior di giornalisti, direttori di giornali e politici, così le definiscono. Negli ultimi giorni molti lettori ci hanno manifestato una certa indignazione, soprattutto quelli di voi che il cooperante lo fanno di mestiere e che per acquisire le competenze necessarie per questa professione specifica hanno studiato e si sono formati per anni. Altri invece si sono risentiti per l’uso improprio dell’acronimo ONG Leggi altro ›

Taggato con: , ,
Pubblicato in News

Primo atto della nuova legge, istituito il Consiglio nazionale per la Cooperazione

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale di alcuni giorni fa (n. 286 del 10 dicembre 2014) il decreto del MAECI che istituisce il Consiglio nazionale per la cooperazione allo sviluppo, previsto dall’articolo 16 della legge n. 125/2014. Il Consiglio nazionale è il primo fra gli organi previsti dalla legge di riforma della cooperazione a essere istituito. Nello spirito della legge rappresenta lo strumento permanente di partecipazione, consultazione e proposta sulla coerenza delle scelte politiche, sulle strategie e sulla programmazione, nonché sulle forme di intervento, la loro efficacia e valutazione. Il decreto delinea la composizione del Consiglio, le nomine vere e proprie seguiranno nelle prossime settimane. Si tratta di circa 50 rappresentanti individuati tra quelli che la nuova legge definisce gli attori del sistema italiano della cooperazione. Vediamo nel dettaglio chi ne farà parte Leggi altro ›

Taggato con: , , , ,
Pubblicato in DGCS-MAECI, News

Twitter e le ONG, ecco la top ten in Italia

Negli ultimi anni Twitter è diventato uno dei canali più importanti per stringere relazioni e mobilitare e promuovere le proprie attività. Secondo una recente ricerca di Sodalitas il 47% delle organizzazione del non profit italiano lo usano soprattutto per dare visibilità alle proprie azioni e sensibilizzare sulla propria mission.  In particolare le ONG sembrano prediligere proprio Twitter (80% delle organizzazioni intervistate) e la loro presenza è più che raddoppiata dal 2012 al 2013. L’83% lo usa per visibilità e il 50% per la sensibilizzazione e solo il 28% pensa di poter raccogliere fondi attraverso questo social network. Il 44% delle ONG dichiarano di mobilitare il proprio profilo Twitter più di 6 volte alla settimana. Ma vediamo i risultati e la capacità delle ONG italiane di mobilitare la rete di Twitter.  Ecco la top ten delle ONG italiane Leggi altro ›

Taggato con:
Pubblicato in News

La Cooperazione fa notizia?

Come vengono comunicati dai media italiani i temi legati alla cooperazione internazionale? Che impatto ha la comunicazione (o la mancanza di essa) sull’immaginario collettivo, sulla diffusione di stereotipi e sulle conseguenti scelte politico-istituzionali nel settore? Che immagine del loro lavoro fanno emergere le ONG e gli enti impegnati nella cooperazione? A indagare questi temi due ricerche realizzate dall’Università di Torino in collaborazione con Il Corsorzio Ong Piemontesi su un campione di 79 testate locali, 32 ong e 19 enti locali, monitorati per tre mesi, nel quadro del progetto europeo “DevReporter Network”, che ha svolto analoghe ricerche in Francia e Spagna e i cui risultati sono oggi disponibili nell’ebook “La cooperazione fa notizia?”. Leggi altro ›

Taggato con:
Pubblicato in News

Come cambia la Cooperazione, ecco il punto di vista di 10 ONG

La riforma della legge che governa il settore della Cooperazione denominata “Disciplina generale sulla cooperazione internazionale per lo sviluppo” è arrivata ieri in gazzetta ufficiale, ultimo passo del lungo iter che parte ufficialmente dal Consiglio dei Ministri dello scorso gennaio e che ha visto due passaggi camerali con l’approvazione finale al Senato lo scorso primo agosto. La novità legislativa accelera di fatto una serie di cambiamenti che questo settore sta già affrontando da diversi anni tra non poche difficoltà anche legate alla crisi economica degli ultimi anni. Questo mese Altreconomia dedica il suo dossier di copertina proprio alla Cooperazione

e ai suoi cambiamenti visti dalle ONG Leggi altro ›

Taggato con: , , , ,
Pubblicato in News

IVA e fisco sul non profit, serve un intervento con la riforma del terzo settore

Ci sono voluti mesi perché il tema arrivasse sulla stampa nazionale e succede proprio oggi che il Corriere della Sera e il TG La7 scoprono di dover pagare 300.000 euro di Iva per la costruzione della scuola di Cavezzo con i fondi della campagna ‘Un aiuto subito’ avviata a seguito del terremoto in Emilia. Nell’articolo di oggi il Corriere ringrazia giustamente tutti fuorché lo Stato, che invece si è materializzato solo sotto forma di esoso esattore. “Ciò che resta dei fondi raccolti se li prende lui. Per aver realizzato un polo scolastico con i soldi dei lettori, si deve pagare una tassa. Una tassa sulla generosità prevista con l’Iva: trecentomila euro. Mentre si prepara la riforma del non profit, nessuno pensa a rimuovere un balzello che pesa sulla beneficenza: oggi in Italia lo deve pagare l’azienda che decide di ristrutturare a sue spese un padiglione d’ospedale e l’associazione che regala un’ambulanza al pronto soccorso. Un’assurdità”. Leggi altro ›

Taggato con: ,
Pubblicato in News

Le ONG stanno perdendo la guerra contro la povertà e il cambiamento climatico…e non solo quella

Lo afferma il segretario generale della rete Civicus in una provocatoria riflessione sul presente e il futuro della società civile impegnata nelle più importanti sfide globali. Il monito è contenuto in una lettera aperta rivolta alle più grandi charity e alle loro reti internazionali, secondo Sriskandarajah le ONG non sono più veicoli di cambiamento sociale e anzi in molti casi “salvare il mondo” è diventato un grande business. Come abbiamo perso la nostra strada? Siamo ancora in tempo per cambiare il corso delle cose? Leggi altro ›

Taggato con: ,
Pubblicato in News