Ricerca per parola chiave: theory-of-change

10 cose che cambiano con la nuova PRAG

Il 2 agosto scorso la Commissione Europea ha lanciato in sordina la nuova versione della PRAGPractical Guide to Contract Procedures for EU External Actions“, la bibbia per chi si occupa di contratti e finanziamenti europei. Questa nuova versione revisionata include alcuni cambiamenti rivoluzionari, legati alla concezione espressa nel nuovo regolamento finanziario dell’Unione Europea, regole più semplici per la gestione dei fondi europei delle DG EuropeAid e DG NEAR per le quali si utilizzano le regole della PRAG. Ma cosa cambia davvero per chi gestisce grant e/o partecipa ai bandi di questi donatori europei? Leggi altro ›

Taggato con: , ,
Pubblicato in EuropeAid, News

Theory of Change e indicatori di outcome: come li scelgo?

Il gruppo di lavoro di Info-cooperazione sulla Teoria del Cambiamento ha da poco concluso la prima edizione del workshop sull’applicazione della ToC nella progettazione per la cooperazione internazionale. 4 città, 100 partecipanti, la maggior parte provenienti da ONG e associazioni, 5 funzionari pubblici, 4 funzionari di organizzazioni internazionali, 6 consulenti. Tutti i partecipanti – con rarissime eccezioni – hanno espresso un’alta soddisfazione sul corso, in particolare rispetto alla situazione d’aula, alle esercitazioni, all’alternanza tra plenaria e lavori in gruppo e tra lezioni e discussioni. Ottimi anche i giudizi sull’organizzazione generale. Leggi altro ›

Taggato con: ,
Pubblicato in News

Uscire dalla spirale del progettificio: la proposta della filantropia privata

Arriva dal mondo della filantropia privata l’ennesima provocazione che fa discutere il terzo settore italiano già in pieno subbuglio da riforma. A riaprire il dibattito ci ha pensato il segretario generale di Assifero (associazione nazionale delle Fondazioni e degli Enti filantropici italiani) con un interessante articolo recentemente pubblicato sul giornale delle Fondazioni. Carola Carazzone parla ai donors privati italiani con l’intenzione di sfatare due miti che ben conosciamo e che condizionano nel bene e nel male la quotidianità delle organizzazioni italiane del terzo settore, ONG in primis. La prima questione riguarda il mito del contenimento dei costi di gestione, quelli che gli anglosassoni chiamo overhead e che le ONG fanno a gara a tenere al di sotto del 10% con stratagemmi contabili più o meno imbarazzanti (il famoso eurino): il mainstream dice “più bassi sono i tuoi overhead e più sei virtuoso”. La seconda provocazione riguarda l’uscita dal progettificio, Leggi altro ›

Taggato con: , ,
Pubblicato in News

Theory of Change per la Cooperazione, destinazione Trento

Si sono appena aperti a Bologna i lavori della terza tappa del corso sulla Theory of Change per la Cooperazione internazionale. Un nuovo gruppo di motivati colleghi si cimenteranno per due giorni sulle applicazioni della teoria del cambiamento nella progettazione, alle prese con il quadro logico e i suoi outputs, outcomes, e preconditions. Una proposta formativa caratterizzata da alternanza di teoria e pratica, con ampi spazi di esercitazionescambio e confronto con gli altri operatori e con i docenti. A detta dei partecipanti sono proprio questi gli elementi che stanno decretando il successo di questo corso itinerante che si avvia verso la sua ultima tappa. Si aprono oggi le iscrizioni per l’edizione di Trento che si terrà il 19 e 20 aprile. Le iscrizioni sono aperte fino al 4 aprile 2018 Leggi altro ›

Taggato con:
Pubblicato in News

Theory of Change per la Cooperazione, aperte le iscrizioni per la tappa del corso a Bologna

Si terrà i prossimi 22 e 23 marzo a Bologna la terza tappa del corso interamente dedicato alla ToC dal titolo “La Theory of Change per la Cooperazione Internazionale – Opportunità e criticità nella progettazione” organizzato da Info Cooperazione in collaborazione con il Centro per la Cooperazione Internazionale. Dopo le tappe sold out di Milano e Roma, arriva dunque la terza tappa del corso itinerante rivolto a chi si occupa di progettazione per la cooperazione internazionale allo sviluppo e vuole mettere a fuoco l’approccio della Theory of Change applicato al lavoro di progettazione di iniziative e interventi di sviluppo. Anche la tappa di Bologna, organizzata in collaborazione con COSPE e ISCOS Emilia Romagna, avrà la durata di due giorni e prevede una proposta formativa caratterizzata da alternanza di teoria e pratica, ampi spazi di esercitazione, scambio e confronto con altri operatori e con i docenti. Leggi altro ›

Taggato con: ,
Pubblicato in News

Theory of Change per la Cooperazione, a febbraio la tappa romana del corso itinerante

Si terrà i prossimi 22 e 23 febbraio a Roma la seconda tappa del corso interamente dedicato alla ToC dal titolo “La Theory of Change per la Cooperazione Internazionale – Opportunità e criticità nella progettazione” organizzato da Info Cooperazione in collaborazione con il Centro per la Cooperazione Internazionale. Si replica quindi, dopo il grande interesse e apprezzamento suscitati dalla prima edizione tenutasi a Milano a cavallo tra novembre e dicembre scorso. 24 partecipanti provenienti da 20 diverse organizzazioni attive nella cooperazione internazionale hanno animato una due giorni ricca di spunti, dubbi e nuovi orizzonti della progettazione in chiave ToC. Leggi altro ›

Taggato con:
Pubblicato in News

Al via il primo corso itinerante sulla Theory of Change per la Cooperazione

A partire da marzo scorso abbiamo iniziato ad approfondire su queste pagine l’approccio metodologico noto come Theory of Change (ToC), Teoria del Cambiamento. Un modello che si sta diffondendo sempre più nel mondo della cooperazione e che potrebbe aiutare le organizzazioni a pianificare, progettare e valutare in modo più efficace le proprie iniziative in un’ottica di cambiamento duraturo e misurabile. Dopo alcuni articoli informativi abbiamo sondato l’interesse dei lettori attraverso un questionario che ci ha rivelato una grande attenzione degli operatori a riguardo oltre che un bisogno formativo importante nelle nostre organizzazioni. Leggi altro ›

Taggato con: , ,
Pubblicato in News

Una guida sulla Theory of Change per la Cooperazione Internazionale

Un anno fa abbiamo pubblicato qui su Info Cooperazione una guida collaborativa che potesse aiutare gli operatori della cooperazione allo sviluppo a comprendere il nuovo Quadro Logico di EuropeAid e a districarsi nell’evoluzione della progettazione europea. Il riscontro è stato entusiasta, la guida è stata scaricata gratuitamente da oltre 4000 utenti del blog. Questo ci ha confermato che si trattasse di un tema di interesse, su cui era necessario un approfondimento. Anche l’approccio collaborativo è stato particolarmente apprezzato dagli operatori del settore. Due mesi fa abbiamo avviato una seconda esperienza di questo tipo a seguito di una serie di articoli sulla Teoria del Cambiamento (Theory of Change). Leggi altro ›

Taggato con: ,
Pubblicato in News

Le vostre risposte sulla Theory of Change: è tempo di una nuova guida collaborativa

Alcune settimane fa abbiamo lanciato una piccola inchiesta per cercare di capire quanto la Theory of Change sia familiare per le organizzazioni che si occupano di cooperazione interazionale. Poche domande, ma mirate, per saggiare la diffusione e la percezione sul tema. La risposta è andata al di là di ogni aspettativa, confermando di fatto il titolo dell’articolo con cui avevamo introdotto il questionario on line: Theory of Change: perché tutti ne parlano? In tutto sono arrivati poco meno di 100 questionari compilati, con un’ottima distribuzione in termini di copertura geografica (compresi alcuni “espatriati”), dimensione dell’organizzazione (dalla piccola organizzazione al grande network internazionale o alla rete di secondo livello) e ruolo di chi ha risposto alle domande (dallo studente di master al Direttore/Amministratore delegato). Leggi altro ›

Taggato con:
Pubblicato in News

Theory of Change: perché tutti ne parlano?

Nel mondo della cooperazione allo sviluppo ci si interroga spesso sull’efficacia dei progetti, sulla capacità della nostra azione di contrastare le cause profonde, complesse e multilivello della povertà, dell’ingiustizia e delle disuguaglianze. Che il nostro sguardo sia di breve, medio o lungo termine, quantitativo o qualitativo, la questione centrale è come generare cambiamento duraturo e misurabile. Su che basi? Con quali indicatori? Ma soprattutto: per raggiungere quali obiettivi di cambiamento? È proprio per rispondere a queste domande che, già a partire dagli anni ’90, in ambito anglosassone si è sviluppato quell’approccio metodologico che si chiama Theory of Change (ToC), Teoria del Cambiamento. Leggi altro ›

Taggato con: , ,
Pubblicato in News