La community italiana della cooperazione internazionale
Vuoi ricevere ogni giorno i bandi e le news?

La UE finanzia azioni di informazione su agricoltura e sviluppo rurale

Scade il 30 novembre 2013 l’invito a presentare proposte per il Sostegno a favore di azioni di informazione riguardanti la politica agricola comune (PAC) per il 2014. Questo bando pubblicato dalla Commissione Europea (Direzione Generale Agricoltura) riguarda azioni di informazione da realizzare (compresa la preparazione, l’esecuzione, il follow-up e la valutazione) tra maggio 2014 e aprile 2015.

 

Per quanto descritto nel bando, per azione di informazione si intende un insieme autonomo e coerente di attività di informazione, organizzato sulla base di un unico bilancio.

 

I temi prioritari riguarderanno argomenti generali relativi alla PAC e dovrebbero concentrarsi sui suoi tre elementi centrali:

  • sicurezza alimentare
  • gestione sostenibile delle risorse naturali
  • sviluppo delle zone rurali.

Queste azioni sono volte a informare un gran numero di persone sui temi fondamentali della PAC riformata.
Le azioni destinate agli operatori rurali dovrebbero concentrarsi su aspetti più specifici, in particolare:

  • l’esecuzione di nuove misure introdotte dalla riforma della PAC quali la convergenza degli aiuti diretti (il cd. inverdimento)l’integrazione di considerazioni ambientali in tali aiuti
  • la condizionalità
  • le misure di sostegno specifico per alcuni tipi di produzione
  • il sostegno ai giovani agricoltori e alle piccole aziende agricole
  • i meccanismi di sostegno dei mercati
  • le organizzazioni di produttori e interprofessionali
  • lo sviluppo di filiere corte, la gestione dei rischi
  • i sistemi di assicurazione del reddito
  • l’accesso a regimi di qualità del tipo DOP/IGP/STG (azioni destinate ai produttori, soprattutto negli Stati membri con un numero ridotto di denominazioni registrate)
  • le misure a favore di innovazione e ristrutturazione
  • modernizzazione e diversificazione delle attività e altre misure di sviluppo rurale, nonché i sistemi di consulenza aziendale.

 

Possono presentare domanda le persone giuridiche legalmente costituite in uno Stato membro da almeno due anni al momento dell’invio della proposta. Ciò deve essere chiaramente indicato nella domanda e nei documenti giustificativi.

 

Esempi di organizzazioni ammissibili:

  • organizzazioni senza scopo di lucro (private o pubbliche)
  • autorità pubbliche (nazionali, regionali, locali)
  • associazioni europee
  • università
  • istituti di insegnamento
  • centri di ricerca
  • società (ad esempio, società di mezzi di comunicazione).

 

Nell’ambito del bando sono ammissibili due tipi di azioni integrate di comunicazione pubblica:

  • a livello nazionale (non sono ammissibili le azioni aventi un impatto esclusivamente a livello regionale);
  • a livello europeo (in alcuni Stati membri).

 

Le azioni devono comprendere varie attività o strumenti di comunicazione tra quelli elencati qui di seguito (l’elenco non è esaustivo):

  • produzione e distribuzione di materiale multimediale e/o audiovisivo,
  • produzione e distribuzione di materiale stampato (pubblicazioni, poster ecc),
  • creazione di strumenti per le reti sociali e su Internet
  • eventi mediatici
  • conferenze, seminari e gruppi di lavoro
  • eventi del tipo “fattoria in città” che aiutano a illustrare l’importanza dell’agricoltura agli abitanti delle città
  • eventi del tipo “porte aperte” destinati a spiegare ai cittadini il ruolo dell’agricoltura
  • mostre fisse o itineranti o sportelli d’informazione.

 

Le attività non possono avere inizio anteriormente al 1 maggio 2014 e devono essere completate entro il 30 aprile 2015.
Il bilancio totale riservato al cofinanziamento delle azioni ammonta, secondo le stime, a 3.000.000 di euro.

 

Modulistica e guidelines

 


Leggi anche



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *