La community italiana della cooperazione internazionale
Vuoi ricevere ogni giorno i bandi e le news?

Otto per mille dell’Irpef a gestione statale: a fine settembre la scadenza

Anche quest’anno è possibile sottoporre progetti per accedere al contributo otto per mille dell’Irpef a diretta gestione statale. Per l’anno 2018 infatti le istanze per le categorie “Fame nel mondo”, “Calamità naturali”, “Assistenza ai rifugiati e ai minori stranieri non accompagnati” e “Conservazione di beni culturali” potranno essere presentate entro il prossimo 30 settembre, ai sensi e secondo le modalità di cui al d.P.R. 10 marzo 1998, n. 76.Le istanze per la categoria “Edilizia scolastica” non devono essere presentate per effetto di quanto previsto dall’articolo 1, commi 160 e 172, della legge 13 luglio 2015, n. 107. Le relative risorse saranno destinate agli interventi di edilizia scolastica necessari a seguito di eventi eccezionali ed imprevedibili, individuati annualmente con decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca. Scadenza 30 settembre 2019.

Le risorse della quota dell’otto per mille derivanti dalle dichiarazioni dei redditi relative agli anni dal 2016 al 2025 e riferite alla categoria “Conservazione di beni culturali” sono destinate agli interventi di ricostruzione e di restauro dei beni culturali danneggiati o distrutti a seguito degli eventi sismici verificatisi dal 24 agosto 2016 nei comuni indicati negli allegati 1, e 2 e 2-bis del decreto legge 9 febbraio 2017, n. 8, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 aprile 2017, n. 45, ai sensi dell’articolo 21-ter del medesimo decreto legge n. 8/2017 e della delibera del Consiglio dei ministri del 23 settembre 2017.

L’ultima ripartizione dei fondi relativa ai redditi 2015 per le proposte progettuali presentate nel 2017 aveva visto una forte diminuzione delle risorse allocate per il capitolo fame nel mondo a seguito di un apposito decreto della presidenza del consiglio che prevedeva una riduzione del 50% delle quote previste per legge per un ammontare di soli 3.007.095,30 ciascuna.. Solo 17 progetti sono stati quindi finanziati sui 76 ammessi alla valutazione.

Non è noto ancora l’esito della ripartizione dei redditi 2016 che si riferisce alle domande presentate nel 2018.

Modulistica e guidelines


Leggi anche



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *