EuropeAid apre il bando globale su diritti umani e Human Rights Defenders

Sono stati pubblicati a pochi giorni di distanza uno dall’altro i due bandi principali di EuropeAid all’interno del programma European Instrument for Democracy and Human Rights (EIDHR). Il primo è più rilevante è il bando globale per sostenere la società civile nella protezione e promozione dei diritti umani e delle libertà fondamentali in tutto il mondo al quale sono destinati 22 milioni di euro. Il secondo è una call più specifica dedicata al rinnovamento del Meccanismo dei Difensori dei Diritti Umani dell’Unione Europea per il quale vengono destinati 15 milioni. La scadenza per la presentazione dei concept note è rispettivamente fissata per il 21 dicembre 2018 e il 22 gennaio 2019

 

 

European Instrument for Democracy and Human Rights (EIDHR): 2018 Global Call for Proposals
Codice Riferimento: EuropeAid/161054/DH/ACT/
Scadenza concept note: 21 dicembre 2018
Programma: Strumento europeo per la democrazia e i diritti umani (EIDHR)

 

Obiettivi del bando
L’obiettivo generale è sostenere la società civile nella protezione e promozione dei diritti umani e delle libertà fondamentali in tutto il mondo.
Gli obiettivi specifici corrispondono ai tre lotti su cui è diviso il bando:
Sostenere i difensori dei diritti umani lesbiche, gay, bisessuali, transgender e intersessuali (LGBTI) e le loro organizzazioni che lavorano in aree in cui le persone LGBTI sono maggiormente a rischio di discriminazione (Lotto 1).
Sostenere l’azione della società civile verso l’abolizione universale della pena di morte (Lotto 2).
Sostenere l’attivismo civico e la partecipazione sfruttando le tecnologie digitali (Lotto 3).

 

Descrizione

Gli obiettivi specifici del lotto 1 sono:
a) proteggere i difensori dei diritti umani LGBTI (HRD) e le loro organizzazioni dalle minacce;
b) costruire le capacità dei difensori dei diritti umani LGBTI e delle loro organizzazioni nel sostenere iniziative locali, movimenti di base e nascenti, incoraggiando la creazione di alleanze e reti LGBTI;
c) rafforzare il lavoro di advocacy a livello locale, regionale e internazionale da parte dei difensori dei diritti umani e delle organizzazioni LGBTI;
d) sostenere i difensori dei diritti umani LGBTI e le organizzazioni per un contenzioso strategico migliore.

 

Gli obiettivi specifici del lotto 2 sono:
a) sostenere la riforma legale al fine di abolire la pena di morte, stabilire una moratoria e / o limitare l’uso della pena di morte;
b) accrescere il rispetto del diritto a un processo equo e di norme minime per coloro che devono affrontare la pena di morte in linea con gli orientamenti dell’UE;
c) migliorare le capacità e aumentare la consapevolezza dei professionisti legali, degli attori giudiziari e amministrativi, della società civile locale, della gioventù, dei media e di altre parti interessate sulla pena di morte;
d) migliorare la trasparenza e l’accesso a informazioni accurate sulla pena di morte.

 

Gli obiettivi specifici del lotto 3 sono migliorare la capacità della società civile e della cittadinanza di:
a) sostenere la libertà di espressione e la diversità dell’opinione pubblica e della rappresentanza e contrastare l’incitamento all’odio illegale online;
b) contrastare la disinformazione, promuovere fonti indipendenti affidabili e facilitare l’accesso alle informazioni per i cittadini comuni su questioni pubbliche;
c) promuovere la responsabilità nell’erogazione dei servizi e nella gestione dei fondi pubblici.

 

Budget
Ripartizione indicativa dei fondi per lotto:
Lotto 1: EUR 10.000.000
importo minimo: 500.000 importo massimo: EUR 2.000.000
Lotto 2: 7.000.000 di euro
importo minimo: 500.000 importo massimo: EUR 1.500.000
Lotto 3: EUR 5.000.000
importo minimo: 1.000.000 importo massimo: 2.500.000

Importo Cofinanziamento: MIN 51% – MAX 95%

 

Eleggibilità dei proponenti
Per poter beneficiare di un grant l’applicant principale deve essere una persona giuridica senza fini di lucro appartenente alle seguenti tipologie: a) organizzazioni della società civile, comprese le agenzie senza scopo di lucro del settore privato, le istituzioni e le organizzazioni e le loro reti a livello locale, nazionale, regionale e internazionale; b) Istituzioni nazionali per i diritti umani, mediatori; c) Università. Devono inoltre essere direttamente responsabile della preparazione e della gestione dell’azione con i co-applicant e gli enti affiliati, non agendo come intermediario.

 

Note alla Call
La scadenza del bando è prevista il 21/12/2019 alle ore 16.00 (ora di Bruxelles). La durata programmata iniziale di un’azione deve essere compresa tra 24 e 48 mesi. Per poter presentare domanda per questo bando, le organizzazioni devono registrarsi su PADOR e presentare la loro domanda in PROSPECT. Questo è un invito limitato a presentare proposte. In primo luogo, per la valutazione devono essere presentate solo note concettuali. Successivamente, i candidati capofila che sono stati preselezionati saranno invitati a presentare una domanda completa.

 

Modulistica e guidelines

 

 

 

Rinnovare il Meccanismo dei Difensori dei Diritti Umani dell’Unione Europea
Codice Riferimento: EuropeAid/161042/DH/ACT/Multi
Scadenza concept note: 22 gennaio 2019
Programma: Strumento europeo per la democrazia e i diritti umani (EIDHR)

 

Obiettivi del bando
Gli obiettivi del bando sono: consentire agli HRD (Human Rights Defenders) a rischio (individui, gruppi e organizzazioni) di svolgere il loro lavoro e migliorare la loro protezione attraverso il supporto poliedrico dell’UE in tutto il mondo; rafforzare le capacità di ricollocazione temporanea e di accoglienza per gli HRD nelle situazioni più difficili, inclusi il riposo e il sostegno al loro successivo ritorno o integrazione; rafforzare il coordinamento e la sinergia con altri attori e iniziative a sostegno dei diritti umani, compresi quelli finanziati dall’EIDHR.

 

Descrizione
Il bando mira a realizzare nello specifico le seguenti tre priorità:
1- Fornire supporto multiforme agli HRD più a rischio, a breve, medio e lungo termine Il meccanismo EU HRD sarà composto da un sostegno urgente, a medio e lungo termine agli HRD a rischio, che consenta loro di continuare a operare e di proteggere la loro esistenza nel loro paese di lavoro. Gli elementi che dovrebbero essere parte del meccanismo sono i seguenti: assistenza e misure urgenti per contrastare e/o affrontare i bisogni dei difensori dei diritti umani e delle loro famiglie; assistenza a gruppi e organizzazioni per lo sviluppo delle risorse umane; strategie, azioni e follow-up attinenti ai difensori dei diritti umani.

2- Fornire potenziamento delle capacità di ricollocazione temporanea e di accoglienza per gli HRD Il meccanismo di sviluppo delle risorse umane dell’UE sarà in grado di rispondere alle crescenti esigenze di ricollocazione dei difensori dei diritti umani, poiché la loro situazione e le condizioni di lavoro diventano sempre più difficili e pericolose. Gli HRD hanno bisogno di assistenza quando beneficiano del trasferimento temporaneo a livello nazionale, regionale e internazionale. In altri casi, vi è anche la necessità di accompagnare l’HRD per il trasferimento a lungo termine, con particolare attenzione alle famiglie.

3- Garantire coordinamento e sensibilizzazione Il progetto garantirà un valore aggiunto con le iniziative esistenti, evitando duplicazioni con i programmi/progetti in corso e migliorando le sinergie, compresi i meccanismi di protezione dei diritti umani e degli HRD nella diaspora. I candidati devono dimostrare la loro capacità collettiva e la loro esperienza per assicurare una copertura globale a livello mondiale che comprenda i cinque continenti, anche nelle aree remote.

 

Attività finanziabili
Il meccanismo di sviluppo delle risorse umane e il suo bilancio devono essere organizzati attorno a tre componenti chiave:
1- Un sostegno multiforme agli HRD a rischio e alle loro famiglie, consentendo loro di lavorare in sicurezza, compresa l’assistenza di emergenza;
2- Trasferimento degli HRD lontano dal pericolo e supporto alle capacità di accoglienza;
3- Formazione/sensibilizzazione, advocacy e coordinamento/sinergie.
Si noti che se tutti e tre i componenti sopra menzionati non faranno parte della proposta di progetto, la proposta verrà respinta. Ai candidati è richiesto di garantire che l’azione preveda le risorse umane, finanziarie e materiali necessarie per l’attuazione dei componenti, sottocomponenti e attività nel budget.

Le seguenti attività non sono finanziabili: azioni relative solo o principalmente a sponsorizzazioni individuali per la partecipazione a workshop, seminari, conferenze e congressi; azioni relative solo o principalmente a borse di studio individuali per studi o corsi di formazione; azioni relative solo a conferenze. Le conferenze possono essere finanziate solo se fanno parte di una gamma più ampia di attività da attuare nella vita del progetto; azioni a sostegno di singoli partiti politici; azioni che includono proselitismo.

 

Eleggibilità dei proponenti
Per poter beneficiare di un grant l’applicant principale deve essere una persona giuridica senza fini di lucro appartenente alle seguenti tipologie: a) organizzazioni della società civile, comprese le agenzie senza scopo di lucro del settore privato, le istituzioni e le organizzazioni e le loro reti a livello locale, nazionale, regionale e internazionale; b) Istituzioni nazionali per i diritti umani, mediatori; c) Università. Devono inoltre essere direttamente responsabile della preparazione e della gestione dell’azione con i co-applicant e gli enti affiliati, non agendo come intermediario. Le organizzazioni internazionali non possono presentare proposte di candidatura su questa call.

 

Budget
Importo Budget Bando: 15.000.000€
Importo Sovvenzione: MIN 14.000.000€ – MAX 15.000.000€
Importo Cofinanziamento: MIN 50% – MAX 90%

 

Note alla Call
La scadenza del bando è prevista il 22/01/2019 alle ore 16.00 (ora di Bruxelles). La durata programmata iniziale di un’azione deve essere di 36 mesi. Per poter presentare domanda per questo bando, le organizzazioni devono registrarsi su PADOR e presentare la loro domanda in PROSPECT. Questo è un invito limitato a presentare proposte. In primo luogo, per la valutazione devono essere presentate solo note concettuali. Successivamente, i candidati capofila che sono stati preselezionati saranno invitati a presentare una domanda completa.

 

Modulistica e guidelines

 

Torna alla sezione 12/2018, Bandi, EuropeAid -
Taggato con: ,
Pubblicato in 12/2018, Bandi, EuropeAid

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*