La community italiana della cooperazione internazionale
Vuoi ricevere ogni giorno i bandi e le news?

Bando della Regione Veneto per progetti di cooperazione allo sviluppo sostenibile

La Regione Veneto ha recentemente pubblicato il bando 2019 per la presentazione di iniziative a contributo in tema di Progetti di Cooperazione allo sviluppo sostenibile riservate agli Enti privati di cui alla legge regionale 21 del 2018. Si tratta di uno stanziamento complessivo di 400.000 euro, in diminuzione di 100.000 euro rispetto alla dotazione dell’anno scorso.

Come nelle scorse edizioni i progetti dovranno essere presentati obbligatoriamente in forma associata da almeno tre soggetti (un ente capofila privato, un partner pubblico in Veneto e un partner (pubblico o privato) nel Paese di destinazione del progetto. I soggetti proponenti dovranno avere sede legale in Italia ed almeno una sede operativa in Veneto ed essere in possesso dei requisiti indicati all’art. 26 della Legge n. 125/2014. Cambia invece la griglia di valutazione che non indica più degli ambiti tematici prioritari ma inserisce punteggi specifici sulla sostenibilità dell’intervento, il monitoraggio e la valutazione e l’empowerment femminile. Restano prioritari gli interventi che verranno implementati in Africa, un punto di ulteriore premialità verrà accordato ai progetti nei paesi prioritari per la Cooperazione italiana nel documento di programmazione triennale 2019-2021 del MAECI.

La Regione del Veneto contribuirà al finanziamento dei progetti approvati fino alla misura massima del 50% dei costi preventivati, considerati ammissibili. Il finanziamento regionale non potrà comunque superare l’importo massimo di € 40.000 per ogni progetto ammesso al finanziamento. Ogni soggetto capofila potrà proporre una sola iniziativa e per lo stesso progetto potrà essere presentata una sola domanda. La durata dei progetti dovrà essere annuale.

Dopo la pubblicazione del bando della Regione Emilia Romagna di qualche giorno fa, anche la Regione Veneto sceglie di pubblicare il bando in piena estate fissando una scadenza a soli 45 giorni dalla pubblicazione che va a cadere il 23 Agosto 2021.

Una modalità che penalizza fortemente le organizzazioni e pregiudica in molti casi la presentazione delle iniziative che obbligatoriamente coinvolgono almeno un partner pubblico e un partner locale e che quindi necessitano di tempi adeguati per la progettazione. Quarantacinque giorni (che comprendono il periodo di Ferragosto) non possono essere sufficienti per progettare in maniera seria e questo andrà a scapito della qualità degli interventi proposti.

Scarica il bando

Altri documenti e modulistica

 


Leggi anche



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *