La community italiana della cooperazione internazionale
Vuoi ricevere ogni giorno i bandi e le news?

BANDO – Nuovo bando unico della Regione Toscana per la cooperazione

E’ stato pubblicato ieri dalla Regione Toscana l’avviso pubblico per la presentazione di proposte di progetto all’interno del Piano Integrato delle Attività Internazionali. Si tratta di attività di cooperazione internazionale e Educazione alla Cittadinanza Mondiale (ECM).
A questo bando possono essere presentati progetti gli Enti Locali, altri enti pubblici, Aziende Sanitarie, Aree Vaste, soggetti privati senza finalità di lucro (ONG, Ass, ecc).
La scadenza è fisata per il 13 settembre 2012.

Il presentatore del progetto deve essere sempre un solo soggetto, che assume il ruolo di ‘capofila’ del partenariato di progetto e di responsabile unico del contributo eventualmente concesso, nei confronti della Regione Toscana.

Il capofila deve dimostrare di avere adeguata capacità gestionale ed esperienza pregressanell’area/paese/tema. I progetti presentati dalle Università devono essere sottoscritti dal Rettore.
Ogni soggetto ammissibile può presentare un’unica proposta in qualità di capofila e una proposta in qualità di partner.
Il contributo richiesto non può superare il 50% dell’importo ammissibile al finanziamento e comunque non può superare, per ciascuno dei Termini di riferimento, la somma indicata alla voce “Risorse”
I progetti dovranno essere inviati agli indirizzi indicati entro e non oltre il 13 settembre 2012 (fa fede il timbro postale).
I progetti devono avere, al massimo, durata biennale
Di seguito le aree e le risorse messe a disposizione dalla Regione.


Leggi anche



  1. effettivamente questo aspetto non è specificato dal bando a differenza dei precedenti bandi dove veniva richiesta sede legale e operativa in Toscana. Cercheremo di rintracciare informazioni più precise dagli uffici. Se qualcuno le avesse può postare un commento.
    Ultimo dubbio sulla data di scadenza. Nel bando è indicato il 13 settembre mentre nel sito della regione si parla di 23 settembre.

    http://www.regione.toscana.it/regione/export/RT/sito-RT/Contenuti/minisiti/toscananelmondo/progetti/visualizza_asset.html_887157013.html

  2. Io non ho letto da nessuna parte che sia necessaria la sede legale e operativa in toscana però ho mandato una mail chiedendo e mi hanno detto che è necessaria la sede legale e operativa lì, ma non ne trovo traccia in nessuno degli allegati.

  3. Idem, stessa risposta: “le caratteristiche dei soggetti presentatori sono previste nell'allegato 1 – lettera A (Progetti Semplici) e allegato 2 – lettera A (Progetti strutturanti) al dal Piano Integrato della Attività Internazionali, alla lettera A si prevede che i soggetti presentatori dimostrino di avere sede legale e operativa in Toscana producendo l'atto costitutivo (Statuto) nel quale sia esplicitamente indicata la sede legale o la sede operativa.
    Cordiali saluti”

  4. cari, vi consiglio di non dannarvi troppo a leggere le regole di questo bando. Di fatto non vale tanto quello che c'è scritto ma quanto si dice nei vari tavoli regionali. Si dice che per ogni blocco paese sarà approvato praticamente un unico progetto presentato dalle diverse organizzazioni che fanno parte dei tavoli. Quindi non crediate di poter vincere un progetto se non all'interno delle cordate delle solite organizzazioni…:-(

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *