La community italiana della cooperazione internazionale
Vuoi ricevere ogni giorno i bandi e le news?

44 milioni per il bando Investing in People su Educazione e Formazione

Nell’ambito del programma globale Investing in People, EuropeAid ha aperto la call sulle tematiche dell’istruzione, conoscenze e competenze, occupazione e coesione sociale dal titolo “Empowerment for better livelihoods, including skills development andvocational education and training, for marginalised and vulnerablepersons and people dependent on the informal economy”. Scadenza concept note: 19 Febbraio 2014.

 

Riferimento : EuropeAid/135181/C/ACT/Multi
Dotazione finanziaria: € 44 000 000
Contributo minimo : € 1 500 000
Contributo massimo : € 5 000 000
Percentuale massima di co-finanziamento UE: 80 % del totale dei costi ammissibili dell’azione.

 

OBIETTIVI DEL PROGRAMMA
Nell’ambito del programma “Investire nelle persone ” sul tema “educazione, conoscenze e competenze” per professionale si intende l’istruzione e la formazione necessaria ad aumentare le conoscenze e le competenze e l’occupabilità sul mercato del lavoro, contribuire ad una cittadinanza attiva e alla realizzazione individuale su base permanente.

 

Il tema “Altri aspetti dello sviluppo umano e sociale ” si concentra sulla coesione sociale, l’occupazione e il lavoro dignitoso. Questo filone di programma tematico promuove un approccio integrato che combina la competitività economica e lo sviluppo sociale con lo scopo di cancellare le disuguaglianze sociali e ridurre le asimmetrie regionali. Essa mira inoltre a iniziative di sostegno per il miglioramento delle condizioni di lavoro e l’effettivo funzionamento dei sistemi di protezione sociale.

 

L’obiettivo globale di questo invito a presentare proposte è di contribuire all’eliminazione della povertà e dell’esclusione sociale, esclusione delle persone dipendenti dall’economia informale e di altri gruppi vulnerabili.

 

Gli obiettivi specifici sono :

  • sostegno al miglioramento della condizioni di vita delle persone dipendenti dall’economia informale , compreso lo sviluppo di competenze professionale e istruzione formazione e sostegno alle iniziative volte a sviluppare lavoro autonomo e creazione di posti di lavoro;
  • sostegno all’inclusione sociale dei gruppi vulnerabili attraverso l’accesso ai servizi sociali di base.

Le proposte dovranno includere almeno una delle seguenti misure :

  • rafforzamento dei diritti sul lavoro e l’adeguamento delle politiche nazionali e locali alle condizioni e alle esigenze delle persone dipendenti dall’economia informale
  • aumento dell’occupabilità e della produttività delle persone dipendenti dall’economia informale
  • rafforzamento delle organizzazione composte da persone che dipendono dall’economia informale e la loro partecipazione ai processi politici nazionali
  • estensione e rafforzamento della protezione sociale e di sistemi e programmi di dialogo sociale.

 

Gruppi target
I progetti devono in gran parte essere indirizzati alle persone la cui vita e sussistenza dipende dall’economia informale e i gruppi più vulnerabili della popolazione.

 

I gruppi target sono: adulti , giovani donne e uomini con nessuna o minima istruzione, persone discriminate sulla base della casta, indigeni, appartenenti a minoranze (linguistica, etnica, religiosa, sessuale, ecc), persone con disabilità, migranti.

 

Modulistica e guidelines

 


Leggi anche



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *