La community italiana della cooperazione internazionale
Vuoi ricevere ogni giorno i bandi e le news?

MEDU – Coordinatore/rice Progetto – Italia

Medici per i Diritti Umani sta selezionando un/a Coordinatore/rice Progetto ON.TO da inserire nella sua operatività in Italia . Durata 6 mesi. Scadenza candidature 11/12/2020

Medici per i Diritti Umani (MEDU) cerca un/a coordinatore/rice nell’ambito del progetto “ON.TO. Stopping the torture of refugees from Sub-Saharan countries along the migratory route to Northern Africa”. I principali obiettivi del progetto sono quelli di portare assistenza ai rifugiati vittime di tortura e trattamenti inumani e degradanti e di svolgere un’azione di informazione e advocacy sul tema.

Ruolo: COORDINATORE/RICE DEL PROGETTO

Luogo di lavoro: Sicilia (CAS – centri di accoglienza straordinari – della provincia di Ragusa; Centro Polifunzionale per migranti di Ragusa; Hotspots di Pozzallo e Cifali; carcere di Ragusa)

Data inizio rapporto: gennaio 2021 per 6 mesi, rinnovabile.

Condizioni: Full time

Scadenza della call: 11 dicembre 2020

I candidati interessati possono inviare la propria candidatura inviando Curriculum Vitae e lettera di motivazione con l’autorizzazione al trattamento dei dati personali (GDPR 2016/679) all’indirizzo email: co-hr@mediciperidirittiumani.org entro e non oltre il 11/12/2020, inserendo nell’oggetto COORDINATORE/RICE SICILIA.

(Contatteremo nell’arco di due settimane successive alla data indicata come termine soltanto le persone invitate a colloquio. Purtroppo non sempre sarà possibile dare una risposta personale a tutti coloro che inviano la candidatura).

RESPONSABILITÀ E ATTIVITÀ PRINCIPALI

  • È responsabile della corretta implementazione delle attività progettuali sul terreno e ssicura un monitoraggio costante del conseguimento degli obiettivi stabiliti nel progetto
  • Coadiuva il coordinamento di sede di MEDU nell’elaborazione delle strategie e degli strumenti operativi del progetto
  • È responsabile della gestione del team terreno (coordinatore, medico, psicologo, mediatore culturale, eventuali volontari) impiegato nel progetto: coordinamento, sicurezza e logistica
  • È responsabile delle relazioni con le istituzioni e gli altri stakeholders locali nei singoli contesti di intervento
  • È responsabile della gestione amministrativa e contabile del progetto sul terreno
  • È responsabile dell’elaborazione della reportistica interna e dei report e dei rendiconti periodici per i finanziatori
  • Coadiuva il Desk Nazionale e nell’individuazione dei possibili finanziatori e nell’elaborazione delle proposte progettuali
  • È responsabile insieme al medico e allo psicologo dell’aggiornamento costante dei database del progetto
  • Gestisce la cassa a disposizione del team progetto sul terreno
  • Coordina la raccolta dati e testimonianze sulle torture e i maltrattamenti subiti dai migranti lungo le rotte migratorie dai paesi di origine all’Italia
  • Partecipa all’elaborazione di report pubblici e comunicati e all’, insieme alla responsabile Desk progetti Nazionali e al Coordinatore Generale
  • Partecipa all’elaborazione delle strategie e dei prodotti di advocacy e sensibilizzazione, coordinandosi con il Desk progetti Nazionali e il Coordinatore Generale
  • Coordina l’organizzazione dei training sull’identificazione, la presa in carico psico-sociale e la certificazione delle vittime di tortura
  • Coadiuva il coordinamento di sede nel rappresentare MEDU all’interno del progetto e davanti alle istituzioni e alla società civile

REQUISITI RICHIESTI

  • Laurea in Scienze sociali ed economiche, Scienze politiche, Cooperazione allo sviluppo
  • Minimo 2 anni di di coordinamento di progetti umanitari
  • Minimo 4 anni di esperienza lavorativa con organizzazioni umanitarie e/o di cooperazione
  • Ottima conoscenza della lingua inglese
  • Adesione ai principi dell’azione umanitaria
  • Interesse alle   questioni   umanitarie e dei diritti umani
  • Spirito d’iniziativa e flessibilità
  • Capacità di lavoro autonomo e in team
  • Capacità di adattamento e di lavoro in situazioni di stress
  • Capacità di coordinamento e organizzazione
  • Capacità di pianificazione e analisi di contesto
  • Capacità di lavoro in un contesto multiculturale
  • Patente B

            ALTRI REQUISITI DESIDERATI

  • Formazione post laurea in Diritti umani, Project managment, Diritto dell’immigrazione, Salute pubblica, Salute mentale
  • Pregresse esperienze lavorative nel project managment di organizzazioni no profit
  • Pregresse esperienze lavorative con organizzazioni no-profit nel campo socio-sanitario/salute mentale
  • Pregresse esperienze lavorative sul tema delle migrazioni forzate e dell’accesso alle cure
  • Buona conoscenza della lingua francese

Leggi anche



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *