La community italiana della cooperazione internazionale
Vuoi ricevere ogni giorno i bandi e le news?

MEDU – Psicologo/a – Italia

MEDU – Medici per i Diritti Umani sta selezionando un/a Psicologo/a da inserire nella sua operatività in Italia. Durata 6 mesi. Scadenza candidature 30/11/2020

Psicologo/a – Italia

Medici per i Diritti Umani (MEDU) cerca uno psicologo nell’ambito dei progetti con sede a Firenze. Nel prossimo anno la progettualità sul territorio fiorentino necessiterà la figura dello psicologo per lo svolgimento di diverse azioni: presa in carico di migranti vulnerabili vittime di violenza estrema e tortura, supporto ad attività del progetto “Un camper per i diritti”, prevenzione e monitoraggio dell’epidemia da SARS-Cov-2, supporto e presa in carico presso il consultorio Persefone di donne vittime di tratta, tortura violenza estrema.

Ruolo: PSICOLOGO

Luogo di lavoro: Firenze

Data inizio rapporto: gennaio 2021 per 6 mesi, rinnovabile.

Condizioni: Part time

Scadenza della call: 30 novembre 2020

I candidati interessati possono inviare la propria candidatura inviando Curriculum Vitae e lettera di motivazione con l’autorizzazione al trattamento dei dati personali (GDPR 2016/679) all’indirizzo email: co-hr@mediciperidirittiumani.org entro e non oltre il 30/11/2020, inserendo nell’oggetto PSICOLOGO.

(Contatteremo nell’arco di due settimane successive alla data indicata come termine soltanto le persone invitate a colloquio. Purtroppo non sempre sarà possibile dare una risposta personale a tutti coloro che inviano la candidatura).

RESPONSABILITÀ E ATTIVITÀ PRINCIPALI

  • Fornisce assistenza psicologica ai migranti forzati con vulnerabilità psichica e/o vittime di tortura o trattamenti inumani e degradanti;
  • È responsabile della raccolta dati e testimonianze e coadiuva il coordinatore del progetto nella loro sistematizzazione e analisi;
  • Collabora con il medico del team nelle seguenti attività:
    • individuazione e valutazione delle vittime di tortura e di trattamenti inumani e degradanti secondo quanto stabilito dagli standard internazionali
    • identificazione di prove psicologiche di tortura attraverso un esame obiettivo che contribuirà alla redazione di certificazioni medico-legali sugli esiti di torture e trattamenti inumani e degradanti da sottoporre alle Commissioni territoriali per il riconoscimento della protezione internazionale
    • presa in carico e invio presso i servizi sanitari territoriali dei pazienti vittime di tortura e di trattamenti inumani e degradanti
  • Si coordina con il team della clinica mobile per supportare le attività inerenti la pandemia da COVID-19 sul terreno
  • Contribuisce alla definizione delle modalità di invio dei pazienti ai servizi sul territorio insieme al resto del team MEDU (coordinatore, medico e mediatore culturale).
  • Assiste il team nell’orientamento verso strutture di accoglienza, servizi sanitari pubblici e servizi di assistenza per i rifugiati ed i migranti presenti sul territorio
  • Assiste il coordinatore del progetto ed il medico nella creazione di rapporti diretti e di una rete di servizi sanitari in generale e di quelli specificamente rivolti a migranti con disagio psichico e, ove esistenti, a migranti forzati sopravvissuti a tortura.
  • Partecipa all’organizzazione e all’implementazione di momenti formativi sull’identificazione e la certificazione delle vittime di tortura, rivolti a volontari di MEDU o operatori dell’accoglienza
  • Partecipa all’elaborazione dei materiali informativi e della reportistica
  • Contribuisce all’elaborazione dei rapporti di attività e del report finale, su indicazione del coordinatore del progetto
  • Partecipa ad incontri di coordinamento con istituzioni e servizi territoriali e ad incontri pubblici per la divulgazione del progetto e dei report
  • È referente dell’area psicologica nel progetto Persefone, collabora con il team del consultorio nella presa in carico delle donne

REQUISITI RICHIESTI

  • Laurea in Psicologia, iscrizione all’Ordine degli Psicologi
  • Specializzazione in Psicoterapia e/o in Psicologia Clinica
  • Minimo tre anni esperienza lavorativa post laurea
  • Esperienze lavorative con migranti vittime di tortura e nell’ambito di interventi psico-sociali
  • Ottima conoscenza di almeno una lingua tra francese e/o inglese
  • Adesione ai principi dell’azione umanitaria
  • Interesse alle questioni umanitarie e dei diritti umani
  • Interesse alle tematiche legate a medicina delle migrazioni ed identificazione e presa in carico di vittime di tortura
  • Spirito d’iniziativa e flessibilità
  • Capacità di lavoro autonomo e in team
  • Capacità di adattamento e di lavoro in situazioni di stress
  • Capacità di pianificazione, organizzazione e analisi di contesto
  • Capacità di lavoro in un contesto multiculturale
  • Patente di guida tipo B
  • residenza/domicilio a Firenze

ALTRI REQUISITI DESIDERATI

  • Esperienza lavorativa sul terreno con organizzazioni umanitarie e/o di cooperazione in PVS
  • Esperienze lavorative con organizzazioni no-profit nel campo socio-sanitario

Leggi anche



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *