La community italiana della cooperazione internazionale
Vuoi ricevere ogni giorno i bandi e le news?

Bando 2022 della Regione Emilia Romagna per progetti di cooperazione

È stato pubblicato ieri dalle Regione Emilia Romagna il bando 2022 per l’assegnazione di contributi per progetti di cooperazione con i Paesi in via di sviluppo e in via di transizione (ai sensi della legge regionale n.12 del 24 giugno 2002). Le risorse complessive disponibili sono pari a 1.400.000 euro e saranno così ripartite sui seguenti paesi:

  • Burundi, 50mila euro
  • Burkina Faso, 50mila euro
  • Camerun, 100mila euro
  • Campi profughi Saharawi e Territori liberati, 125mila euro
  • Costa D’Avorio, 50mila euro
  • Etiopia, 100mila euro
  • Kenya, 200mila euro
  • Marocco, 50mila euro
  • Mozambico, 175mila euro
  • Senegal, 200mila euro
  • Tunisia, 100mila euro
  • Territori dell’Autonomia palestinese e Striscia di Gaza, 200mila euro           

Il bando è rivolto ai soggetti della cooperazione internazionale individuati dalla legge di riferimento (enti locali, organizzazioni non governative, Onlus, organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, cooperative sociali) con sede nel territorio regionale e che prevedano nel proprio statuto attività di cooperazione e solidarietà internazionale (ad esclusione degli enti locali per cui non è richiesta valutazione statutaria). Il bando riporta alcuni obiettivi per ciascuna area geografica di intervento, individuati sulla base di documenti strategici sui paesi, priorità e risultati raggiunti nelle precedenti programmazioni.

La Regione Emilia-Romagna ha approvato a gennaio 2022 il nuovo documento di indirizzo programmatico che si inserisce in un’ottica di coerenza delle politiche, a documenti programmatori complementari quali Il patto per il lavoro e per il clima e la Strategia Regionale di Sviluppo Sostenibile.

La promozione dei diritti individuali e collettivi e la transizione ecologica sono elementi caratterizzanti il documento strategico che ha visto la partecipazione della società civile e degli enti territoriali asse portante di tutte le fasi di redazione. Le priorità tematiche del documento ed i relativi obiettivi di sviluppo sostenibile:

  • Migrazioni e sviluppo (OSS. 11)
  • Ambiente e cambiamenti climatici (OSS. 13)
  • Uguaglianza di genere ed empowerment femminile (OSS. 5)

Il contributo regionale può coprire un massimo del 70% del costo totale previsto per il progetto che non potrà superare la durata di 1 anno.

Il termine per la presentazione delle domande è fissato alle ore 16 di giovedì 4 agosto 2022.

Scarica il bando

Per saperne di più


Leggi anche



  1. Come mai nell’elenco dei destinatari dei finanziamenti non è inserito il Madagascar (notoriamente uno dei paesi più poveri del mondo)?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *