ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi ricevere ogni giorno i bandi e le news?

Premio Bianca Pomeranzi per tesi su politiche di genere

Nasce il Premio Bianca Pomeranzi per costruire un’eredità viva di uno straordinario contributo alla promozione dei diritti e delle libertà delle donne, ragazze e bambine in ambito italiano, internazionale e transnazionale.

Bianca Maria Pomeranzi (1950-2023) è stata una figura di spicco del mondo della cooperazione italiana allo sviluppo e del movimento femminista. Tra i suoi traguardi la co-fondazione di AIDOS (Associazione Italiana di Donne per lo Sviluppo), il lavoro come Esperta Senior di Genere della Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri, la direzione dell’Unità Tecnica Locale (UTL) di Dakar della Cooperazione Italiana per il Senegal e l’Africa Orientale (2010-11), nonché l’elezione a membro del Comitato per l’eliminazione di ogni forma di discriminazione contro le donne (CEDAW) delle Nazioni Unite.

Il Premio Bianca Pomeranzi vuole costruire un’eredità nel campo del suo lavoro intervenendo nel periodo di transizione tra studi accademici e mondo del lavoro. Si rivolge a persone laureatesi in Scienze per la Cooperazione allo Sviluppo (LM81) che abbiano scritto una tesi incentrata sulle politiche e pratiche femministe e di genere in ambito politico, sociale, culturale, ambientale ed economico.

Per la prima edizione, saranno eleggibili le persone laureatesi con una tesi sostenuta tra il 1 Aprile 2023 ed il 30 Aprile 2024. In casi eccezionali, ed a discrezione insindacabile del Comitato Scientifico del Premio, si potranno considerare tesi difese in sessioni precedenti, sulla base di circostanze eccezionali che la persona direttamente interessata dovrà far presente e giustificare in una lettera di motivazione aggiuntiva da allegare alla propria candidatura.

La persona vincitrice avrà la possibilità concreta di realizzare uno stage della durata di tre mesi presso un’organizzazione di rilievo del settore. Per la prima edizione si tratterà di Oxfam Italia / Area di Giustizia di Genere. Grazie al generoso contributo di Fondazione RUT e di European Women’s Management Development Network / capitolo di Roma (EWMD Roma), lo stage sarà retribuito. Il Premio Bianca Pomeranzi ha inoltre il sostegno del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI).

Il Comitato Promotore del Premio Bianca Pomeranzi è costituito da Dr Elena Zambelli (Lancaster University) e Maria Rosa Cutrufelli, che lo hanno ideato, e da AIDOS, Casa Internazionale delle Donne, Differenza Donna, Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università Roma Tre / Dottorato di ricerca in Scienze Politiche – Curriculum Studi di Genere, EWMD Roma, Fondazione RUT ed Oxfam Italia.

Partecipano al Comitato Scientifico oltre venti donne, provenienti dalle citate organizzazioni, insieme a esperte di cooperazione, esponenti del mondo diplomatico e parlamentare, docenti universitarie, attiviste ed esponenti dell’associazionismo femminista e delle donne.

Le persone che, in possesso dei requisiti, intendano partecipare al premio, dovranno compilare il modulo (su Google Drive) trovantesi a questa pagina entro e non oltre il 3 Maggio 2024.

Per saperne di più


Leggi anche



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *