La community italiana della cooperazione internazionale
Vuoi ricevere ogni giorno i bandi e le news?

Censimento della cooperazione, a maggio la scadenza

Ogni anno l’Italia, in virtù della sua appartenenza all’Ocse (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) è tenuta a notificare al Comitato Aiuto Pubblico allo Sviluppo (Dac) della stessa Ocse i dati nazionali sull’Aiuto Pubblico allo Sviluppo (Aps). Il compito di raccolta, elaborazione e notifica di tali dati spetta alla Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo (Dgcs) del Ministero degli Affari Esteri.

A tale fine, la Dgcs contatta direttamente gli enti della cui attività di cooperazione allo sviluppo è a conoscenza (Presidenza del Consiglio, Amministrazioni centrali, Regioni e Enti locali, Enti militari che svolgano attività di cooperazione civile, Università e Istituti di Ricerca, Istituti Bancari, Ong “idonee”, ecc) con l’obiettivo di ricostruire un quadro chiaro e possibilmente esaustivo di tutti i soggetti che erogano Aps.

Può tuttavia accadere che soggetti pur attivi nel settore della cooperazione internazionale che eroghino Aps non vengano raggiunti dalla richiesta formale di comunicazione dei dati da parte della Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo.

La DGCS invita quindi le entità che non siano già state formalmente contattate a segnalare la propria ragione sociale, nonché le attività di cooperazione allo sviluppo svolte, al seguente indirizzo di Posta Elettronica Certificata: dgcs.08@cert.esteri.it.

La documentazione dovrà pervenire entro il 6 maggio 2013.

(vedi Comunicazione completa in Pdf)


Leggi anche



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *