La community italiana della cooperazione internazionale
Vuoi ricevere ogni giorno i bandi e le news?

Il Comitato Congiunto approva il bando OSC con una dotazione di 70 milioni

Si è tenuta ieri a Roma la quarta seduta annuale del Comitato Congiunto per la Cooperazione allo Sviluppo presieduta dalla Vice Ministra con delega alla cooperazione, On. Emanuela Del Re. Oltre all’approvazione di contributi a organismi e agenzie specializzate e contributi bilaterali per quasi 150 milioni, il Comitato ha approvato l’atteso bando annuale per i progetti promossi dalle Organizzazioni della Società Civile. Una dotazione di 70 milioni che farebbe a prima vista pensare ad un aumento importante dei fondi per le OSC. Si tratta invece di un adeguamento della modalità di impegno della spesa. A partire da questo bando infatti la dotazione del bando dovrà coprire l’intero impegno dei progetti approvati (per tutte le annualità) come avviene in ambito europeo. Si attende ora la pubblicazione del bando in gazzetta ufficiale per la definizione della scadenza che comunque andrà a cadere a metà dicembre

 

Se dovessimo paragonare questo bando a quello dell’edizione 2017 potremmo stimare una sensibile diminuzione dei progetti potenzialmente approvabili. Il bando dell’anno scorso con una dotazione di 40 milioni aveva approvato e co-finanziato 72 proposte progettali complete sulle 191 sottoposte dalle OSC. Con la dotazione attuale di 70 milioni, considerando la taglia media dei progetti realisticamente tra 1,2 e 1,3 milioni di euro di contributo per progetto, si potrebbero co-finanziare 50 – 60 progetti.

 

Un investimento importante a detta della VM Del Re “a dimostrazione dello spazio importante e qualificato che intendiamo riservare ai molti attori del variegato panorama della Cooperazione Italiana”. Il bando confermerà la centralità dell’Africa destinando oltre la metà del budget allocato ai paesi del continente. Le organizzazioni regolarmente iscritte all’elenco dell’AICS (art.26) potranno presentare due progetti nel ruolo di capofila e quattro come partner. Nessuna limitazione invece per i partenartiati che potranno vedere coinvolti tutte le tipologie di attori citati dalla legge 125.

 


Leggi anche



  1. C’E’ QUALCOSA CHE NON FUNZIONA IN QUESTA FRASE

    Se dovessimo paragonare questo bando a quello dell’edizione 2017 potremmo stimare una sensibile diminuzione dei progetti potenzialmente approvabili. Il bando dell’anno scorso con una dotazione di 40 milioni aveva approvato e co-finanziato 72 proposte progettali complete sulle 191 sottoposte dalle OSC. Con la dotazione attuale di 70 milioni, considerando la taglia media dei progetti realisticamente tra 1,2 e 1,3 milioni di euro di contributo per progetto, si potrebbero co-finanziare 50 – 60 progetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *